Un problema legato ai brevetti aveva bloccato alcune settimane fa il funzionamento dei tutor in Autostrada. Ora è arrivata la conferma: a partire dal 15 luglio verranno riattivate 30 postazioni di controllo, con un nuovo sistema di rilevazione della velocità.

Tutor in Autostrada: da luglio saranno riattivate 30 postazioni

Saranno riattivate entro il 15 luglio le 25-30 postazioni di controllo della velocità in Autostrada, dopo che nell’aprile scorso i giudici della Corte Appello avevano stabilito che Autostrade Spa doveva rimuovere i Tutor a causa di un brevetto copiato.

I vecchi rilevatori, dopo la sentenza, sono stati sostituiti con il nuovo sistema SICVe PM (rileva sempre la velocità media) approvato con provvedimento del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti N. 3338 del 31 maggio 2017. Uno strumento che funziona in pratica come il vecchio Tutor e che sta impegnando a tempo pieno polizia stradale ed Autostrade per l’Italia per la sua attivazione. I primi test stanno dando i risultati sperati e dalla fase sperimentale a breve si passerà a quella operativa.

Leggi anche:  Gay Pride Mantova, sabato attese 3mila persone

La querelle con la Craft

Con la notizia della riattivazione dei rilevatori di velocità si chiude definitivamente la querelle iniziata nell’aprile scorso tra Autostrade Spa e la Craft, piccola azienda di Greve in Chianti: era stato infatti il titolare Romolo Donnini che aveva deciso di fare ricorso contro Autostrade per l’Italia rivendicando il diritto sul brevetto dei Tutor.

TORNA ALLA HOME E LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!