Denuncia rapina per sfuggire ai debitori: un giovane di 20 anni denunciato per “simulazione di reato”.

Denuncia rapina

Nella tarda serata del 23 Febbraio, un 20enne di Siziano richiedeva l’intervento dei Carabinieri segnalando che poco prima era stato derubato del telefono cellulare e del portafogli.

Derubato del cellulare e del portafogli

Il giovane mentre transitava in via Alla S. Teresa a Siziano sarebbe stato avvicinato da quattro soggetti che, dopo averlo spinto a terra e colpito con alcuni calci e pugni, l’avrebbero rapinato, fuggendo subito dopo a bordo di un’autovettura non meglio indicata.

Nessuna lesione riscontrata

I militari immediatamente accorsi sul luogo, dopo aver notato che purtroppo il posto non era sorvegliato da telecamere, hanno accompagnato la vittima presso l’ospedale San Matteo di Pavia per le cure del caso. I sanitari dopo le visite non hanno però riscontrato alcuna lesione o segno a conferma dell’aggressione denunciata.

Simulazione di reato

Nel prosieguo delle attività di indagine, i Carabinieri della Stazione di Siziano hanno appurato che il giovane aveva inventato ogni cosa. Il tutto per giustificare l’impossibilità di saldare un debito verso un creditore.
Il 21enne è stato quindi denunciato e ora dovrà rispondere di “simulazione di reato”.