Embolia polmonare: questa la diagnosi per una quattordicenne visitata presso il pronto soccorso del Policlinico S.Matteo dopo tre ore di attesa, ecco cosa ci ha spiegato l’ufficio stampa del San Matteo

Embolia polmonare: l’antefatto

La ragazza giunta in Pronto Soccorso alle 16.40 di venerdì pomeriggio, aveva dolore e un edema alla gamba. È stata visitata dopo tre ore di attesa, esattamente alle 19.23, dal medico di turno e subito portata in chirurgia vascolare con un’embolia polmonare. Il padre ora vuole capire se ci sia stata negligenza da parte dei sanitari e soprattutto se il tempo trascorso in attesa possa aver peggiorato il quadro clinico. L’uomo denuncia inoltre che in sede di accettazione non sono stati effettuati esami di routine quali la misurazione della pressione e della saturazione dell’ossigeno.

La risposta del Policlinico

Abbiamo sentito il Policlinico che ha confermato che alla 14enne è stato effettivamente assegnato un codice bianco modificato immediatamente in codice verde. Confermano inoltre che la versione dei fatti raccontati dal padre della ragazzina corrisponde al vero. Per questo motivo è nell’interesse della struttura sanitaria avviare degli accertamenti per verificare l’adeguatezza di tutti i passaggi adottati. Accertamenti che, peraltro, vengono sempre effettuati a prescindere dalle criticità che arrivano in pronto soccorso soprattutto in ragione degli accessi giornalieri alla struttura quantificati in circa 180 al giorno.

Leggi anche:  Alunni violenti e i professori finiscono in ospedale

Le condizioni della ragazza

Attualmente la 14enne è ricoverata in chirurgia vascolare, è sotto terapia e risponde bene alle cure dei medici. Il suo quadro clinico resta comunque in stato di osservazione.