Pasticche spacciate per medicine: denunciata una 31enne marocchina.

Pasticche spacciate per medicine

I carabinieri della Stazione carabinieri di Gropello Cairoli, nella giornata di ieri, 12 giugno, hanno denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti una marocchina 31enne domiciliata presso la comunità Villa Edvige di Zerbolò.

“Cannaboide sintetico”

La donna, a seguito di un’attività investigativa, è stata trovata dai militari intervenuti presso la comunità stessa, in possesso di 239 pastiglie colorate bianche ed azzurro, identificate tramite narcotest cone sostanze stupefacenti del tipo “cannabinoide sintetico”.

Insospettite le operatrici dell’istituto

La donna aveva precedentemente tentato di far entrare le pasticche in comunità, spacciandole per medicine. L’accertamento, svolto con la collaborazione delle operatrici dell’istituto, insospettite della cosa, e i carabinieri, ha permesso di risalire alla reale situazione. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

LEGGI ANCHE Trovato positivo alla cannabis alla guida dell’auto: assolto oppure TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!