Spaccio di droga ai giardinetti dell’Allea arrestati due cittadini marocchini.

Spaccio di droga

Nella tarda serata di mercoledì in città si è svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a prevenire e contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti.- Personale del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, coordinato da un equipaggio della Questura, ha arresatto due soggetti responsabili di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I controlli in città

L’attività di controllo si è concentrata in particolare nella zona del centro storico e dei giardinetti dell’Allea di viale Matteotti che, con l’approssimarsi della stagione estiva, sono frequentati da un numero sempre maggiore di persone, alcune delle quali dedite al bivacco e all’uso di sostanze alcooliche e di stupefacenti.

Atteggiamenti sospetti

Nel corso di uno dei numerosi passaggi effettuati, un equipaggio ha prontamente notato la presenza di alcuni individui in atteggiamento sospetto, seduti sulle panchine che insistono nel viale alberato. In particolare due di loro, di origine marocchina, all’avvicinarsi dei poliziotti, hanno gettato a terra due diversi involucri, nell’evidente tentativo di disfarsene.

Leggi anche:  Furto al Glof Club uno dei ladri finisce in ospedale

Hashish e cocaina

Nello specifico, E.L.A., cittadino marocchino di 27 anni, ha gettato a terra un pacchetto di sigarette risultato poi contenere circa 30 grammi di hashish. Mentre H.Y. anch’egli marocchino, 32 anni, si è disfatto di un piccolo involucro contenente cocaina. Da una successiva e più accurata verifica, E.L.A., è stato trovato in possesso anche di altra sostanza stupefacente, sempre hashish, occultata all’interno di una ginocchiera che gli fasciava una gamba.

Divieto di dimora in Pavia

Grazie alle dichiarazioni di una persona che aveva raggiunto l’Allea proprio per acquistare della sostanza stupefacente dai due marocchini conosciuti di vista, si è potuto accertare la loro illecita attività. I due, entrambi con precedenti di polizia specifici, sono stati quindi arrestati per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e trattenuti nelle camere di sicurezza della Questura. Nella giornata di ieri è stato convalidato l’arresto per entrambi e nei loro confronti è stata disposta la misura del divieto di dimora in Pavia in attesa del processo che sarà celebrato nelle prossime settimane.