Uno studente 23enne è stato trovato morto nell’appartamento in affitto a Pavia dove viveva per frequentare l’Università fuori sede.

Studente trovato impiccato in casa

Il macabro ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di ieri, intorno alle 13. Il 23enne siciliano era giunto a Pavia nei primi giorni di gennaio. Viveva in un monolocale in affitto in una palazzina di piazza Ghislieri. Il giovane avrebbe dovuto tornare a Monreale circa 5 giorni fa; la valigia era già pronta. Non è chiaro cosa sia successo successivamente, saranno le indagini in corso a fornire le spiegazioni.

Impiccato a una trave

Il corpo è stato rinvenuto ancora impiccato ad una trave, nessuno si è accorto di nulla. L’allarme è stato dato dai genitori del ragazzo che lo aspettavano in Sicilia e, non vedendolo arrivare, non riuscivano neppure a mettersi in contatto con lui dato che il cellulare era staccato. Preoccupati si sono infine risolti a contattare l’agenzia immobiliare che affittava il monolocale.

La macabra scoperta

La macabra scoperta è toccata proprio all’immobiliarista. La porta non era neanche chiusa a chiave, non sono neppure servite le chiavi di servizio in dotazione del personale dell’agenzia immobiliare. L’uomo è entrato in casa e si è trovato di fronte a uno spettacolo imprevisto e terrificante.

Leggi anche:  Scontro auto moto, 50enne in ospedale SIRENE DI NOTTE