Palazzo Broletto ospita “Exist”: Bongiovanni è un artista protagonista di 90 mostre in tutto il mondo.

Palazzo Broletto ospita Exist

La grande mostra, a cura di Claudio Strinati, comprende 50 opere del pittore italiano e sarà visitabile dal 4 al 27 maggio 2018. Dal 4 al 27 maggio, presso il Palazzo Broletto di Pavia, si terrà la mostra personale”Exist” del maestro Daniele Bongiovanni, pittore operante tra Italia, Svizzera e Stati Uniti. L’evento, a cura di Claudio Strinati, con la co-curatela di Giosuè Allegrini, metterà in mostra opere appartenenti a diversi cicli realizzati dall’artista italiano.
Bongiovanni, già reduce quest’anno di importanti eventi internazionali, a Pavia porterà quello che è lo stilema portante della sua opera omnia, ovvero le dimensioni ”rinascimentali” che s’incontrano con l’informalità ”concettuale” del gesto pittorico.

Dalla Biennale di Venezia

Il percorso monografico racchiuderà 50 opere, provenienti da collezioni pubbliche (musei e fondazioni) e private. Nel concept è compresa anche l’installazione pittorica “Natura con Deus” presentata con successo alla 57. Biennale d’Arte di Venezia. Il progetto espositivo racconterà la carriera e le ricerche formali dell’autore, che in questi anni ha lavorato sia con una pittura prettamente figurativa, sia con una pittura dall’approccio estremamente rarefatto e pregno di sperimentazioni cromatiche. Il concept racchiude per Bongiovanni un doppiosenso: Exist – il quid dell’esistenza ed Exit – l’uscita da tutto ciò che è schematico e artificioso. Il corpo, il volto e le vedute naturali, sono spazio immaginato, illimitato e luminoso. Nella pittura del maestro, forte è la presenza del bianco, il possente ”non-colore”, che nei vari corpus dedicati al paesaggio, si sostituisce alla pigmentazione classica del cielo, inteso come metafora di un apice assoluta.

Il catalogo

Il catalogo dedicato all’evento (Silvana Editoriale), oltre ai testi di Claudio Strinati, vedrà i preziosi contributi di Giosuè Allegrini, Susanna Zatti e Giacomo Galazzo. Per quanto riguarda la pittura di Bongiovanni, scrive Strinati: “Il tratto è sempre delicato e mai violento, quasi meditabondo e nei paesaggi si rivive la dolcezza à la Monet, dove ci riferiamo al periodo veneziano del celeberrimo impressionista francese. Entrambi gli artisti studiano e giocano con la luce. Ma la “natura” del nostro Daniele non ha contorni riconoscibili come Claude. La sua natura è qualunque luogo: sia fisico che mentale. In questo scenario, un ruolo fondamentale è assunto dal visitatore perché attraverso i suoi occhi il luogo assume un significato e una riconoscibilità nella mente. Il messaggio di Bongiovanni non è diretto e non vuole esserlo, ma viene filtrato dal terzo occhio dell’osservatore che ne diviene partecipe e protagonista, ad ideale completamento del mutevole messaggio dell’artista. Non possiamo e non dobbiamo osservare velocemente le Opere di Daniele Bongiovanni. In quest’ottica la mostra antologica “Exist” che sono lieto di curare e presentarevuole essere un tragitto attraverso i momenti creativi apicali e fondamentali dell’artista.

Leggi anche:  Notte in tenda al Bosco Grande

L’artista

Daniele Bongiovanni è un pittore italiano. Compie i suoi studi conseguendo la laurea e, successivamente, la laurea magistrale in Arti Visive, con 110 e lode, presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Rispettivamente con una tesi sull’espressionismo austriaco di Oskar Kokoschka e con una tesi sulla destrutturazione della materia nella pittura occidentale, dal XVI al XX secolo. Oggi lavora principalmente tra Italia, Svizzera e Stati Uniti. Bongiovanni fino ad oggi è stato protagonista di più di 90 mostre in tutto il mondo. Si ricordano luoghi come: MACIA – Museo d’Arte Contemporanea Italiana in America di San Josè, Caroline Spring Gallery a Melbourne, Dublin City University, CD Arts Gallery di Lugano, Centro Svizzero di Milano, Officine Caos e Palazzo della Luce di Torino, MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Fondazione Whitaker, Palazzo Sant’Elia, Museo RISO di Palermo, Jang Art Gallery a Seoul, RoCo Gallery di Rochester (NY), Ambasciata d’Italia a Londra. Durante la sua carriera Bongiovanni ha esposto nei principali eventi di arte contemporanea, tra cui due edizioni della Biennale d’Arte Venezia. Oggi le sue opere sono presenti nelle collezioni permanenti di numerosi musei.