Pavia a San Pietroburgo: la Mostra “I Longobardi. Un popolo che cambia la storia” inaugura a San Pietroburgo la terza tappa del suo allestimento, giovedì 3 maggio al Museo Statale Ermitage.

Pavia a San Pietroburgo

La Mostra “I Longobardi. Un popolo che cambia la storia” inaugura a San Pietroburgo la terza tappa del suo allestimento, giovedì 3 maggio al Museo Statale Ermitage. Per l’occasione, dalla capitale longobarda, Pavia, arriverà in Russia anche la grande musica dell’ensamble di musica da camera della città, I Solisti di Pavia.

I Solisti di Pavia

La Fondazione I Solisti di Pavia offrirà un concerto per l’inaugurazione della Mostra che si svolge alle 18,30, nella sala che ospita la collezione permanente italiana, davanti ad un pubblico composto da invitati esclusivi del Museo Statale Ermitage. I Solisti di Pavia suoneranno musiche di Giuseppe Tartini, Béla Bartok e Antonio Vivaldi, diretti dal Maestro Massimo Quarta, violino solista insignito nel 1991 del premio “Paganini”. “E’ con piacere che la Fondazione ha deciso – dichiara il Presidente Andrea Astolfi – di offrire al pubblico la musica de I Solisti in uno dei simboli della cultura e dell’arte nel mondo. L’orchestra de I Solisti torna a San Pietroburgo, per la seconda volta, per dare il proprio contributo alla circolazione della cultura grazie ai nostri ‘ambasciatori’ di Pavia nel mondo. Colgo l’occasione per ringraziare la Fondazione Banca del Monte e il suo impegno a sostenere anche con progetti culturali lo sviluppo delle comunità in Lombardia”.

Cultura e tipicità

“L’inaugurazione della mostra sui Longobardi all’Ermitage di San Pietroburgo – dichiarano il Sindaco Massimo Depaoli e l’Assessore alla Cultura Giacomo Galazzo – prosegue il percorso del progetto che ha rappresentato il più grande successo della storia dei Musei Civici e dunque una pietra miliare della promozione culturale in città. Si tratta di un appuntamento che consoliderà la nostra relazione con uno dei più importanti luoghi di cultura del mondo e che contribuirà a incrementare il prestigio e l’autorevolezza scientifica dei nostri Musei, in relazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Pavia si presenta, dunque, a San Pietroburgo portando con orgoglio i suoi biglietti da visita più importanti, la cultura e la tipicità”.

Leggi anche:  Ritrovato motorino “Ciao”rubato 30 anni fa a Pavia

Il territorio Pavese

Pavia, il suo territorio e i prodotti tipici saranno protagonisti nella città russa di San Pietroburgo. Intorno all’inaugurazione della mostra in terra russa, la Fondazione I Solisti di Pavia, con il supporto della Camera di Commercio, ha organizzato un vero e proprio evento dedicato a Pavia e al suo territorio: corner espositivi di prodotti locali e cuochi pavesi che prepareranno piatti tipici per la degustazione da parte di istituzioni, operatori del settore food e turismo e giornalisti russi delle principali testate e di settore. “Siamo lieti – dichiara il Presidente della Camera di Commercio, Franco Bosi – di aver contribuito a questa iniziativa, attraverso la Fondazione I Solisti di Pavia, nello spirito di presenza promozionale e congiunta degli enti pavesi nei confronti di un mercato e di un’area così interessante come quella russa e, in particolare, nei confronti di una città come San Pietroburgo”.