L’Assemblea dei Soci di Confidi Systema! approva il Bilancio dell’esercizio 2017, il secondo nel primo mandato successivo all’operazione straordinaria di fusione perfezionata il 1° gennaio 2016 grazie all’alleanza del sistema associativo di Confindustria Lombardia, Confartigianato Lombardia e Confagricoltura Lombardia.

Confidi Systema! conferma il proprio standing

E lo fa negli ambiti patrimoniale, finanziario ed economico e di servizio alle imprese pur muovendosi in un mercato di complessiva restrizione creditizia.

La Società chiude con un utile di 3 milioni di euro, fondi propri per oltre 72 milioni di euro e un Total Capital Ratio al 21,13% con un tasso di copertura delle sofferenze al 78%.

L’esigenza di mantenere solide basi patrimoniali ha potuto coniugarsi con l’impegno a servire il territorio, grazie alla consapevolezza che solo l’attenzione alla cura del capitale può consentire di supportare un sempre maggior numero di imprese nel medio e lungo termine.

Tra le innovazioni sul fronte dell’offerta vanno citate le linee di bridge financing, che hanno generato nell’anno erogazioni per oltre 11 milioni di euro e sul versante della finanza strutturata è importante la partecipazione di Confidi Systema! in qualità di sottoscrittore ad emissioni di Minibond per un volume complessivo di 20 milioni di euro. Il flusso di garanzie erogato nell’anno si è attestato a 286 milioni di contro i 256 del 2016, in linea con le previsioni del Piano industriale.

Nella Relazione all’Assemblea: gli interventi

Il Presidente Lorenzo Mezzalira esprime soddisfazione per questi risultati: “Confidi Systema! ha confermato il suo elevato standing gestionale e di servizio alle imprese. Il 2017 è stato caratterizzato da timidi segnali di recupero di competitività del Paese, testimoniati sia dalla leggera crescita del PIL che dai dati collegati al recupero dell’occupazione. Rimane tuttavia ancora complicata la dinamica riferibile al finanziamento alle imprese. Siamo convinti – prosegue Mezzalira – che una efficace gestione della finanza aziendale sia un elemento strategico centrale anche in chiave prospettica per la crescita del Paese e di tutte le aziende. Confidi Systema! è impegnato a migliorare costantemente il rapporto banca-impresa e a sperimentare con sempre maggiore impegno soluzioni di finanziamento innovative con l’obbiettivo di avvicinare il risparmio e i mercati all’economia reale”.

Per il Presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti “i risultati presentati oggi oltre a confermare la lungimiranza della scelta di accorpare tutti i confidi regionali per creare un unico punto di riferimento per le pmi, testimoniano che Confidi Systema! rappresenta uno strumento vicino alle imprese e ai territori lombardi. Sappiamo bene però che il Confidi da solo non basta a sostenere gli investimenti di cui le aziende necessitano: per Confindustria Lombardia vanno ripensate e modernizzate le relazioni tra finanza e imprese per rivitalizzare il mercato creditizio e
immettere più risorse a sostegno del sistema produttivo. Uno dei nostri obiettivi – sottolinea Bonometti – è quello di istituire un tavolo di confronto con i principali gruppi bancari per trovare insieme soluzioni sostenibili che permettano a tutte le aziende, anche quelle meno virtuose, e soprattutto alle piccole imprese, di poter finanziare quegli investimenti tecnologici necessari per fare innovazione. Solo se tutto il sistema delle imprese sarà messo nelle condizioni di crescere e svilupparsi potremo rafforzare il nostro tessuto industriale e difendere le filiere produttive, filiere che rappresentano la spina dorsale del manifatturiero italiano” ha concluso Marco Bonometti.

 

“Il rapporto delle nostre imprese con le banche – dichiara Eugenio Massetti, Presidente Confartigianato Lombardia – resta uno degli elementi più critici della loro vita aziendale: Confidi Systema! è oggi un solido strumento per favorire l’accesso al credito e la sua rete territoriale, vicina alle imprese, rappresenta uno dei suoi punti di forza. Questa rete valorizza il prodotto garanzia con l’affiancamento alle imprese nelle scelte finanziarie più adeguate per i loro progetti aziendali e la normale gestione. Auspichiamo che la nuova governance regionale completi il percorso lombardo di semplificazione del FCG attraverso i Confidi, che migliorerà le aspettative delle MPI. Siamo certi che il positivo lavoro fatto fino ad oggi, insieme alle Associazioni e alle loro Agenzie, possa continuare, per accompagnare le imprese nelle nuove sfide del mercato”.

Leggi anche:  Amazon Castel San Giovanni accordo storico siglato

“Le aziende agricole della Lombardia – afferma il Presidente di Confagricoltura Lombardia Antonio Boselli – continuano a mostrare vivacità imprenditoriale e voglia di investire. Offrire loro un supporto per l’accesso al credito rimane strategico anche per il pieno utilizzo delle risorse Comunitarie che saranno messe a disposizione da Regione Lombardia sul Piano di Sviluppo Rurale per gli investimenti strutturali tra la seconda metà del 2018 e l’inizio del nuovo anno”.