Rapina a Casteggio, l’on Angelo Ciocca nella mattinata di ieri è andato al Policlinico San Matteo a trovare l’albanese rimasto ferito durante il tentativo di intrusione nella proprietà di Antonio Bonfiglio.

Rapina a Casteggio

Stef Tuci, un albanese di 26 anni, è rimasto ferito da una fucilata all’addome mentre insieme a un complice si è introdotto con il volto coperto nel cortile di Antonio Bonfiglio, un autotrasportatore di 56 anni. A sparare un colpo di fucile, nella serata del 27 marzo, è stato Bonfiglio, una volta scoperto il tentativo di intrusione nella sua proprietà situata al confine tra Casteggio e Montebello.

Il ricovero in ospedale

Tuci per la ferita riportata all’addome è stato ricoverato al San Matteo in prognosi riservata, e ha subito un delicato intervento la notte stessa. L’albanese attualmente è iscritto al registro degli indagati per tentata rapina e violazione di domicilio. Bonfiglio invece è indagato dalla procura di Pavia per il reato di eccesso colposo di legittima difesa e lesioni. Proprio per questo motivo sta raccogliendo dimostrazioni di solidarietà un po’ ovunque.

Leggi anche:  Camera e Senato: eletti i capigruppo

Il video dell’on. Ciocca

Antonio Bonfiglio, infatti, nei giorni scorsi ha ricevuto la visita di una delegazione della Lega. In particolar modo l’europarlamentare Angelo Ciocca si è recato nella mattinata di ieri presso il Policlinico San Matteo per incontrare l’albanese ferito, prossimo alle dimissioni dall’ospedale, e consegnargli un messaggio. Ecco cosa ha detto e consegnato l’On. Angelo Ciocca all’albanese ferito: