FC Pavia: niente stipendi

Venti di bufera a Pavia! Prima la brutta batosta incassata domenica al Fortunati contro il Varese, poi la clamorosa decisione della società pavese: niente stipendi, praticamente fino a Pasqua. Questo il comunicato diffuso: «La società FC Pavia 1911, preso atto delle ultime deludenti prestazioni culminate con l’umiliante sconfitta casalinga contro il Varese, comunica di aver preso la decisione di “congelare” i compensi di giocatori e staff tecnico fino a dopo la gara con il Seregno in programma giovedì 29 marzo».

Dimostrazione di attaccamento alla maglia

Scelta che fa discutere, ma Giacomo Brega ci mette la faccia: «Vogliamo una reazione immediata – ha detto l’amministratore delegato – e soprattutto vogliamo la dimostrazione di impegno e di attaccamento alla maglia che meritano sia i tifosi, che ogni domenica pagano il biglietto per seguirci, sia la società che ha sempre rispettato gli impegni economici mettendo la squadra in condizione di lavorare al meglio».

Ultimo posto in classifica

La situazione, anche dopo il successo della Varesina sul campo dell’Inveruno nel recupero di mercoledì pomeriggio, inizia a farsi bollente: il Pavia occupa l’ultimo posto che significherebbe playout, in compagnia dell’Olginatese. I punti sono 35, solo tre lunghezze di vantaggio sul Seregno, terzultimo e avversario pre-pasquale. Si preannuncia dunque un giovedì di passione al Fortunati. Prima però c’è da pensare al Castellazzo Bormida: perdere in casa del fanalino di coda potrebbe avere ulteriori, pesanti, ripercussioni.