È di 2,1 milioni di euro lo stanziamento per la gestione della navigazione sul Po e sulle idrovie collegate previsto dalla delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi.
Il documento approva l’aggiornamento della convenzione che regola i rapporti tra le 4 Regioni padane per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di navigazione interna sul Po e idrovie collegate.

Intesa con le regioni padane

Secondo Claudia Maria Terzi:

“La collaborazione con Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte prosegue con buoni risultati. L’impegno è di valorizzare il patrimonio comune rappresentato dal fiume Po e dalle idrovie collegate, attraverso un’intesa in cui ognuno continui a fare la propria parte”.

Aumenta il contributo di Regione Lombardia: 2,1 milioni di euro per il Po

“Quest’anno – ha concluso l’assessore Terzi – il contributo della Regione Lombardia per il mantenimento della funzionalità del sistema idroviario padano ammonta a 2,1 milioni, in aumento rispetto all’1,8 milioni dello scorso anno. Migliorare le condizioni di navigabilità del Po significa aumentare l’efficienza del sistema, la sicurezza della navigazione e creare nuove opportunità di sviluppo anche dal punto di vista turistico”.