A “Dalla parte degli animali” la trasmissione condotta da Michela Vittoria Brambilla, domenica 27 gennaio, anche un servizio sulla gatta-sindaco di Gravellona Lomellina.

A “Dalla parte degli animali” anche la gatta-sindaco di Gravellona Lomellina

Sarà ricca di curiosità e sorprese l’ottava puntata di “Dalla parte degli animali”, la trasmissione ideata e condotta dall’on. Michela Vittoria Brambilla, in onda domenica 27 gennaio, alle 10,50, su Retequattro.

Si parte dalla Svizzera, dove i telespettatori potranno “visitare” la casa dei San Bernardo, i simpaticissimi cagnoni da soccorso che tutti vorremmo per amici. I cani-eroi di questa puntata sono quelli delle unità anti-veleno, utilizzare per “bonificare” giardini ed aree verdi infestate dai bocconi avvelenati. Con gli animali, si sa, possiamo parlare e farci capire: Mia parla addirittura con i lupi e ci spiegherà come e perché. Infine un servizio su Marina, la gatta-sindaco di Gravellona Lomellina (Pavia) che ufficializza matrimoni e firma atti notarili. Nello spazio “L’amico famoso” conosceremo Byron, il cane di Igor Righetti, nipote di Alberto Sordi, che racconterà, oltre al suo, l’amore per gli animali del grande attore.

 

Animali in cerca di una nuova casa

Tanti, tantissimi gli animali “in cerca di una nuova casa”, veri protagonisti della trasmissione: tra loro un cane non vedente, adottato da una famiglia speciale. ”Dalla parte degli animali” rappresenta una novità nel panorama televisivo italiano ed ha dimostrato di riuscire a coinvolgere il pubblico. “Voglio ringraziare tutti i telespettatori – afferma l’on. Brambilla – perché ci seguono con tanto affetto, sono sempre più numerosi, telefonano ai numeri per le adozioni o scrivono alla mail portamiacasa@dallapartedeglianimali.it e offrono una nuova casa agli animali che ne hanno bisogno”.

Leggi anche:  Emergenza cinghiali: nel Pavese 160 incidenti provocati e 1.232 abbattimenti

L’idea alla base di “Dalla parte degli animali”, infatti, è semplice ed efficace: avvalersi della televisione per dare impulso alle adozioni, contribuire a ridurre le ricadute negative del randagismo e a diffondere la cultura del possesso responsabile. Da una Brianza che più verde non si può, dove una cascina è stata trasformata in studio, l’on. Brambilla presenta video di trovatelli girati in tutto il Paese, introduce servizi sulle strutture che li ospitano e sui volontari che li accudiscono, li propone in adozione e consegna direttamente alle famiglie adottanti il nuovo amico: un esempio da seguire per chiunque voglia regalare una nuova possibilità a un quattrozampe sfortunato.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE