Nuovo contratto per la gestione delle aree comunali di sosta a pagamento con la gestione ad ASM per i prossimi 7 anni. Previsti 500mila euro di investimenti.

Nuovo contratto per la gestione delle aree comunali di sosta a pagamento

Nella seduta dello scorso 25 febbraio 2019 il Consiglio Comunale di Pavia ha approvato una delibera di indirizzi che dà mandato alla Giunta e agli uffici di predisporre un nuovo contratto per la gestione delle aree comunali di sosta a pagamento.

Il nuovo contratto è da tempo atteso (quello vigente è da oltre 5 anni in regime di differimento temporale), riguarda 4.823 posti auto principalmente disposti lungo le principali vie e piazze cittadine (ma anche comprese in aree di parcheggio autonome, poste fuori dalla carreggiata stradale) e ha una durata di 7 anni, necessari al gestore per ammortizzare completamente i propri investimenti infrastrutturali.ù

Il contratto

In base al contratto ASM Pavia S.p.A., partecipata comunale in house, gestirà i posti auto in regime di concessione e assumerà i seguenti compiti:
– compiti propriamente gestionali, comprendenti attività amministrative, di presidio, pulizia e controllo delle aree di sosta;
– compiti di carattere finanziario, comprendenti la fornitura e la distribuzione dei titoli di parcheggio, la loro vendita al pubblico, l’incasso dei proventi dei parcometri e, in generale, dei ricavi della sosta, il versamento al Comune del canone di concessione;
– attività di manutenzione delle aree di sosta, comprendenti il tracciamento periodico della segnaletica orizzontale, l’impianto e la reintegrazione della segnaletica verticale, la verifica periodica dei parcometri, la cura e la riparazione delle superfici dei parcheggi in sede propria.

Oltre a questi compiti, ASM Pavia S.p.A. assumerà l’impegno contrattuale di dar luogo, a proprie cure e spese, a investimenti infrastrutturali per oltre 500mila euro, necessari per riqualificare le aree di parcheggio, ammodernare i parcometri, migliorare la comunicazione all’utenza, consentire un più agevole pagamento delle tariffe di sosta.

Leggi anche:  "Dieci punti per Pavia", il discorso d'insediamento del sindaco Fracassi

Per la gestione della sosta a pagamento ASM Pavia S.p.A. corrisponderà al Comune un canone annuo di concessione determinato secondo l’impostazione di calcolo del precedente contratto: per la quota di fatturato inferiore a 1,6 milioni di euro, la società verserà nelle casse comunali 1,220 milioni di euro; per la quota eccedente verserà il 70%. Così commisurato, il canone annuo di concessione si aggira attualmente sull’importo di 1,876 milioni di euro.
Una sua parte, pari a circa 300mila euro potrà essere riconvertita annualmente in lavori e servizi di miglioramento della mobilità cittadina. Li individueranno il Comune e ASM Pavia S.p.A. in separati atti esecutivi del contratto della sosta.

 

“L’ultima delibera riguardante questo contratto – spiega l’Assessore alla mobilità e partecipate Giuliano Ruffinazzi – risaliva al 2007. Questa nuova delibera è quindi un passo importante per la città che consente di dare continuità di lavoro della nostra partecipata ASM e permetterà investimenti per 500mila euro nel sistema cittadino dei parcheggi. E’ previsto il rinnovo di tutte le colonnine di pagamento che verranno adeguate alle ultime innovazioni tecnologiche. Sono in programma importanti interventi di abbellimento e ristrutturazione dei parcheggi pubblici. Si inizierà da un punto strategico come l’Area Cattaneo con la creazione di ulteriori posti e l’aumento della sicurezza. Miglioramenti concreti che la città attende e apprezzerà”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE