Arsenico nell’acqua, nasce il movimento “Salviamo Cava”: da anni i cittadini lamentano problemi di acqua derivanti dall’acquedotto gestito da Pavia Acque.

Arsenico nell’acqua, nasce il movimento “Salviamo Cava”

Da tempo i cittadini di Cava Manara lamentano problemi all’acqua che arriva nelle loro case e scende dai rubinetti sporca, di colore giallo-marrone, ricca di sedimenti e detriti. L’acqua, derivante dall’acquedotto gestito da Pavia Acque, risulta di conseguenza imbevibile, anche e soprattutto per la presenza di arsenico. Un problema sollevato e certificato già dal 2014 e che ha rilevato troppo spesso valori non a norma con i requisiti di legge. E anche se dalle ultime analisi condotte dall’Asl i valori di arsenico sono rientrati nella norma, ci si chiede: ma per quanto tempo ancora?

La vasca di decantazione

Una situazione ormai intollerabile che ha creato rabbia e scontento nei cavesi. Gli stessi cittadini lamentano anche la presenza di aria nelle tubazioni che creerebbe continui problemi alle caldaie con conseguente addebito in bolletta anche “dell’aria”. E’ stato annunciato un investimento di 400mila euro per una vasca di decantazione che però non risolverebbe la situazione, ma la ridurrebbe solamente.

Leggi anche:  Dalla Regione arrivano fondi per contenere i pesci siluro

La petizione

Sull’onda del malcontento, ma anche e soprattutto per porre una soluzione al problema, nasce il movimento “Salviamo Cava” che ha indetto una petizione e già ha raccolto 250 firme. Il movimento, assolutamente non politico, è stato creato nella speranza che qualcosa si muova e per chiedere, ovviamente, più controlli. Purtroppo, però servono tantissime altre adesioni. Chi volesse “sposare” la causa e apporre la propria firma può contattare Barbara Chiesa, coordinatrice del movimento, inviandole un messaggio direttamente sul suo profilo Facebook a questo link: https://www.facebook.com/bchiesa026

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE