Domenica 24 marzo, allo Stadio Meazza di San Siro, a Milano, alle 17, l’Arcivescovo monsignor Mario Delpini incontrerà i ragazzi e le ragazze che riceveranno nel corso di quest’anno il sacramento della Cresima.

I cresimandi domani a San Siro

All’evento sono attese più di 50mila persone, tra “cresimandi”, genitori, padrini e madrine, catechisti e catechiste, educatori e animatori e responsabili. L’evento interessa le 1107 parrocchie dell’Arcidiocesi di Milano, che si estende su un territorio di 4.234 kmq e comprende le province di MilanoVareseLeccoMonza e Brianza, parte di quella di Como e alcuni Comuni delle province di Bergamo e Pavia.

CLICCA SULLE VARIE ZONE DELL’IMMAGINE PER L’ELENCO DELLE PARROCCHIE:

Grande spettacolo nell’attesa

I partecipanti inizieranno a riempire gli spalti dalle 14 e in attesa dell’Arcivescovo assisteranno a uno spettacolo fatto di musica e canto, di dialoghi e di coreografie ispirate alla lettera dell’Arcivescovo intitolata “In che senso?” sull’importanza dei nostri sensi per riscoprire i doni dello Spirito Santo.

“L’Arcivescovo propone ai cresimandi di scorgere i doni dello Spirito Santo attraverso le immagini dei “cinque sensi” – spiega don Stefano Guidi, direttore della Fondazione oratori milanesi – chiedendo loro di esercitarsi a vivere gli stessi sentimenti del Signore Gesù, che ha provato il desiderio di pregare, di conoscere, che si è preso cura sensibilmente degli altri, ha sperimentato la gioia e la concretezza della compassione”.

Un gesto di solidarietà

Nel corso della giornata tutti i ragazzi saranno invitati a compiere un gesto di solidarietà nei confronti di loro coetanei più sfortunati, versando un’offerta che contribuirà alla costruzione di una comunità per minori siriani non accompagnati in Libano.

Leggi anche:  Ryanair: biglietto neonati a pagamento da aprile