Biglietto Atm a 2 euro: al via il 15 luglio la riforma.

Biglietto Atm a 2 euro: al via il 15 luglio la riforma

Si parte il 15 luglio: la Giunta comunale e l’Agenzia del bacino di Milano, Monza, Lodi e Pavia hanno approvato il nuovo ticket per viaggiare sui mezzi Atm.

La prima cintura dell’hinterland è la più avvantaggiata

Il biglietto per utilizzare il trasporto pubblico dentro il capoluogo, come precisa ilGiornaledeiNavigli.it,  sale a 2 euro e sarà valido anche per la prima cintura dell’hinterland (il più avvantaggiato dalla riforma). Al contrario, gli abbonamenti rimangono invariati (annuale a 330 euro, per almeno 3 anni. Si può rateizzare il costo. Per i disoccupati da almeno 24 mesi l’annuale è di 50 euro).

Si favorisce chi utilizza i mezzi pubblici con costanza

Previsti sconti per giovani e pensionati. Cani e gatti viaggiano gratis. Si favorisce, quindi, chi viaggia con i mezzi pubblici con più costanza, incoraggiando la mobilità sostenibile. Una manovra che consentirà di incassare oltre 50 milioni di euro in più all’anno, secondo le previsioni. Si passa quindi da 1,50 euro a 2 per il ticket classico, mentre il giornaliero costerà 7 euro (prima era 4,50).

Leggi anche:  Comune dà il benservito a storico campanaro quasi novantenne

Le altre novità

Il biglietto valido per 3 giorni (pensando anche ai turisti) al costo di 12 euro. Il carnet da 10 corse passa da 13,80 a 18 euro e il settimanale 17 euro invece di 11,30. Aumenta anche il mensile urbano: 39 euro invece di 35. Novità dopo la discussione in consiglio e la presentazione degli emendamenti: abbonamento annuale a 165 euro per le famiglie con almeno 3 figli a carico (prima erano 4).

TORNA ALLA HOME