Ciliegie fresche ai pesticidi, Bennet ritira dagli scaffali le confezioni da 500 gr a marchio “Sapori Di Verona”. Problemi di natura chimica

Ciliegie tolte dagli scaffali

I supermercati Bennet hanno disposto il ritiro dagli scaffali di un lotto delle confezioni di ciliegie fresche per la presenza di principio attivo non autorizzato nel prodotto. L’azienda ha già affisso le locandine all’interno dei punti vendita per informare i clienti che dovessero già aver acquistato il prodotto interessato dal ritiro. Le confezioni interessate sono quelle che riguardano le confezione da 500 gr in vaschetta a marchio “Sapori Di Verona” delle ciliegie Burlat di origine italiana.

Il prodotto

Fa parte del lotto 2810.2605.154 ed è commercializzato dall’azienda Bolla Ferdinando srl nello stabilimento di Verona, B.N.D.O.O. n° 0008528/VR. Secondo quanto si legge nel comunicato diffuso da Bennet, il motivo del richiamo sono “problemi di natura chimica (presenza di principio attivo non autorizzato per il prodotto)”.

La raccomandazione

Il provvedimento, disposto è però in via del tutto precauzionale, ciononostante, lo “Sportello dei Diritti” nella persona del presidente Giovanni D’Agata, raccomanda ai clienti che hanno acquistato il prodotto sopra indicato, di restituirlo al banco accoglienza che procederà al rimborso.

Leggi anche:  Frammenti di vetro nella “Conserva della nonna”: ritirata dal mercato

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE