Cure palliative si va verso una gestione diretta

Cure palliative

Il Reparto di Cure Palliative dell’Ospedale di Mede, operativo dalla seconda metà del 2003, è dotato di quindici posti letto di degenza ordinaria accreditata e di uno specifico ambulatorio a frequenza bisettimanale. Si sta avviando verso conclusione, a far tempo dal 1 luglio 2018,  la gestione del Reparto, attraverso concessione, all’ I.R.C.C.S. Fondazione S. Maugeri. In considerazione del fatto che l’Unità di offerta di Cure Palliative, presso il Nosocomio Medese, risulta essere l’unica Unità di offerta in tutto il territorio della Lomellina, il Direttore Generale di ASST Pavia, Dott. Michele Brait, al fine di evitare ogni interruzione di pubblico servizio, ha inteso procedere alla gestione diretta della stessa, allo scopo di continuare a garantire prestazioni specialistiche all’ambito territoriale di riferimento.

Sensibilità verso i pazienti

Si tratta, quindi,  di un intervento che riconosce grande importanza all’Ospedale di Mede e, nel contempo, di grande sensibilità nei confronti della popolazione di tutto il territorio Lomellino. Il Reparto si occupa di pazienti affetti da gravi disabilità, in particolare di pazienti affetti da patologia oncologica avanzata. L’obiettivo principale è il miglioramento della qualità di vita, miglioramento che passa necessariamente dal controllo dei sintomi, dalla riduzione dell’inabilità fisica e psichica e comprende anche il sostegno alla famiglia.  Al fine della gestione diretta del Reparto, l’ASST di Pavia ha elaborato uno specifico Progetto, con contestuale identificazione dei necessari nuovi fabbisogni e quantificazione dei relativi costi.

Reclutamenti

A questo proposito, si è proceduto all’assunzione, attraverso l’utilizzo di graduatorie di Concorsi pubblici, in corso di validità di n. 13 Collaboratori Professionali – Infermieri, n. 7 Operatori Socio Sanitari. E’ stato dato mandato, all’Ufficio Concorsi Aziendale, affinché avvii le procedure per il reclutamento di n. 4 Dirigenti Medici, disciplina Cure Palliative – Area Medicina Diagnostica e dei Servizi – o disciplina equipollente. Al Direttore del DAPSS,  è stato dato mandato affinché individui un Collaboratore Professionale -Infermiere, con funzioni di coordinamento. L’Unità Operativa Risorse Umane dovrà provvedere al reclutamento dei restanti profili professionali identificati quali necessari fabbisogni: n. 1 Dirgente Psicologo, per n. 10 ore settimanali, n. 1 Assistente Sociale per n. 10 ore settimanali, n. 1 Fisioterapista e n. 1 Dietista, secondo necessità. Anche l’attuazione di questo Progetto,  intende sottolineare il grande sforzo organizzativo che L’Azienda, da tempo, sta attuando attraverso la puntuale implementazione dell’organico, riferito a tutti i Presidi, sia Ospedalieri che Territoriali.

Leggi anche:  Annuncio anti zingari sul treno valanga di insulti e minacce al segnalatore

Terapia cellulare: il mondo guarda al San Matteo