Da giovedì si cambia: tornano le piogge e la neve anche al Centro-Nord. Secondo gli esperti dopo settimane di siccità, entro il fine settimana, torneranno le precipitazioni.

Previsioni meteo: fino a mercoledì ventoso e mite

Un intenso flusso di correnti nordoccidentali interesserà l’Italia fino a metà settimana, ancora con forti venti di foehn al Nord con raffiche anche superiori ai 100 km/h sulle Alpi. A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo che spiega:

“Il lungo periodo di siccità e di temperature anomale che si protrae ormai da diverse settimane al Nord, è ulteriormente aggravato dagli incendi che stanno interessando Piemonte, Lombardia e Veneto, la cui propagazione è favorita dalle forti raffiche di vento. Appena oltre i confini alpini italiani, si passa invece radicalmente alla situazione opposta, con l’emergenza neve che si sta facendo sempre più seria in particolare in Austria, dove si sono avute anche delle vittime”.

LEGGI ANCHE: Genetista va in pensione e lascia 250mila euro all’Università

Da giovedì tornano le piogge

Dalla giornata di giovedì la situazione meteorologica cambierà radicalmente, con il ritorno delle perturbazioni atlantiche che riporteranno le prime piogge al Nord, sulle regioni centrali tirreniche e in Sardegna, con nevicate su Alpi e Appennino settentrionale anche a quote medio-basse, nonché un generale calo termico, più marcato sui settori alpini. Più soleggiato e asciutto invece sulle regioni del medio-basso versante adriatico.

Leggi anche:  Pasquetta bagnata? No pioggia solo in serata PREVISIONI METEO

LEGGI ANCHE: Malore fatale, 75enne perde la vita

Dove pioverà?

“Ancora prematuro stabilire con sufficiente dettaglio l’entità e la distribuzione delle precipitazioni, anche se ad oggi appare più probabile il coinvolgimento di Nordest, Toscana, Lazio e Umbria specie tra la giornata di venerdì e il weekend” conclude Vuolo di 3bmeteo.com.

Prognosi ancora molto incerta invece per il Nordovest, il cui interessamento dipenderà ancora una volta dalla posizione che assumerà l’Anticiclone delle Azzorre in aperto Atlantico, anche se almeno in una seconda fase potrebbe ricevere anch’esso le tante attese precipitazioni, specie tra Lombardia e Liguria di Levante.

LEGGI ANCHE: Prete accusa malore a Messa: soccorsi rallentati dalle auto dei fedeli