54 gli appuntamenti previsti a Pavia, Cava Manara e proposti da 87 associazioni del territorio.

Festival dei Diritti 2019: tutti gli eventi in programma a Pavia e Cava Manara: 54 gli appuntamenti previsti a Pavia, Cava Manara e Torre d’isola e proposti da 87 associazioni del territorio.

Festival dei Diritti 2019

L’edizione 2019 del Festival dei Diritti è dedicata al tema del futuro. 54 sono gli appuntamenti previsti in provincia di Pavia, Cava Manara e Torre d’isola proposti da 87 associazioni del territorio: 1 concorso, 3 mostre, 4 presentazioni di libri, 5 momenti cinematografici, 9 performance tra reading, teatro e musica, 10 tra animazioni, laboratori e feste, 22 tra incontri, conferenze e tavole rotonde.

Il Festival si svolge nelle province di Pavia, Cremona, Lodi e Mantova con oltre 90 eventi fra spettacoli, mostre, incontri, presentazioni, film e documentari per immaginare i profili del nostro futuro e recuperare il diritto di viverlo. Il tema della nuova edizione si ispira al documento ONU dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e mette al centro della riflessione il diritto di avere, pensare, progettare e sognare il futuro, volgendo lo sguardo a un concreto, duraturo e lungimirante prendersi cura dell’ambiente, delle persone, delle comunità.

Si parlerà quindi di sostenibilità, lotta agli sprechi e alle discriminazioni, di diritti dei minori e dell’infanzia, di giovani, di generazioni in dialogo, di migranti, di salute e di rivoluzioni digitali, di impegno civile, di giustizia e di legalità, di cultura, di economia e di molto altro ancora.

Tutti gli aggiornamenti al programma sono disponibili sul sito www.festivaldeidiritti.org/pavia

Il programma degli eventi

Sabato 9 novembre alle 10 Palazzo Mezzabarba comune di Pavia, piazza municipio 2. Inaugurazione mostra Il futuro che sogniamo. La mostra è visitabile dal lunedi al sabato ore 8.30-13.00 martedì e giovedì anche 14.30-17.00. Inaugurazione sabato 9 novembre. Ore 10 con l’iniziativa biblioteca vivente, alle 12 presentazione della mostra. Esposizione di testimonianze, fotografiche e scritte, a cura delle persone che frequentano e “vivono” le associazioni dello sportello antidiscriminazioni – operatori, volontari, utenti – sul futuro che sognano e vogliono costruire. Organizzato dallo sportello antidiscriminazioni del comune di pavia, rete di 18 associazioni del territorio con il coordinamente del comune di pavia – assessorato pari opportunità.

Sabato 9 novembre ore 11. Sala conferenze la Provincia Pavese, viale Canton Ticino 16 Pavia Inaugurazione mostra Si passa e si va. I luoghi della fragilità. La mostra è visitabile da lunedì 11 novembre a mercoledì 4 dicembre ore 15.00-19.00. Inaugurazione sabato 9 novembre ore 11.00, intervengono Don Virginio Colmegna e don Franco Ttassone. Mostra fotografica, autore: Giuseppe Dezza. Un percorso attraverso immagini fotografiche nei luoghi della fragilità presenti nella città di pavia per risvegliare le coscienze e far riflettere.  Per info tel. 339 2546932 – mail ains.onlus@libero.it. Durante il periodo della mostra alle 17,30 si terranno degli incontri tematici il 16 novembre “fragilità e lavoro”, il 23 novembre “fragilità e cooperazione”, il 30 novembre alle ore 17.30: “fragilità e solidarietà”, il 4 dicembre alle ore 17.30: “fragilità e bellezza”.

Sabato 9 novembre partenza ore 10 ponte coperto (lato strada nuova) arrivo ore 12.00. Palazzo Mezzabarba, piazza del municipio Migrantour: il mondo in città Una passeggiata interculturale, un viaggio nel mondo in città, un percorso per le vie cittadine in ascolto delle storie che la vivono e delle culture che la abitano. Un invito a lasciarsi trasportare da chi, venendo da altrove, ha fatto di Pavia la sua città e il suo luogo di vita. Prenotazione obbligatoria alla mail info@progettocontatto.it o attravero la pagina facebook migrantour pavia. Organizzato da progetto con-tatto nell’ambito di “le nostre città invisibili: incontri e nuove narrazioni del mondo in città” finanziato da aics agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo.

Sabato 9 novembre ore 15.30 Cascina bosco grande, strada Bosco Grande 1 Pavia (accesso da via Canarazzo) Tra rami e sogni. Un percorso esperienziale al bosco grande tra arte, poesia e natura, per immergersi in un piccolo viaggio e farsi guidare dai sensi in un processo artistico. La risonanza tra parole e intuizioni faranno emergere riflessioni che, partendo dai piccoli gesti quotidiani, arrivano al senso profondo del cambiamento, del prendersi cura, del sognare il futuro. Organizzato da amici dei boschi aps, in collaborazione con il progetto il sentiero dei piccoli.

Sabato 9 novembre ore 16.30 Aula Golgi, Musei piazza Botta 10 Pavia Benvenuti nell’antropocene! Dibattito sui temi della sostenibilità con marianna bertotti e giulia zingali della divisione studenti della cooperativa cambiamo. Web: didattica.cambiamo.org. Organizzato da cooperativa cambiamo onlus, in collaborazione con kosmos – museo di storia naturale dell’università di Pavia.

Leggi anche:  Beni confiscati alla mafia: nasce una task force

Domenica 10 dicembre ore 9.30-13.00 Teatro comunale “Angelo Rossi”, piazza Vittorio Emanuele II Cava Manara Festa delle famiglie – interclub provinciale Percorsi per stare bene insieme tra scelte libere e scelte obbligate: la proposta del club per la costruzione di relazioni migliori. Un momento di riflessione e confronto con la testimonianza di storie vissute e la premiazione delle famiglie a riconoscimento del cambiamento dello stile di vita. Organizzato da a.c.a.t. Pavia, in collaborazione con auser cava manara e con il patrocinio del comune di cava manara.

Mercoledi 13 novembre ore 18.30 I fiulot locanda etica, via Indipendenza 27 Pavia Future food vs superfood: i segreti delle diete del futuro  Quali saranno i cibi del futuro e come la nostra dieta si adeguerà ad essi? Quali Sono i “super” cibi che verranno e quelli che già sono tra noi e come la nostra genetica può esserne influenzata? Ne parliamo con un nutrizionista. Durante la serata sarà offerto un piccolo aperitivo. Organizzato da la casa di fenarete e cooperativa sociale etika.

Giovedi 14 novembre dalle 18 Cinema Politeama corso Cavour 20 Pavia Maratona cinematografica #filmforfuture Ore 18.00 kona fer í stríð – la donna elettrica regia di benedikt erlingsson | anno 2018 paesi di produzione: islanda, francia e ucraina | durata: 101’. Nel suo terzo lungometraggio benedikt erlingsson racconta dell’ecoterrorista halla e dei suoi assalti alle linee elettriche degli impianti siderurgici islandesi. “robin hood” ambientalista armata di arco, la protagonista oppone la sua moralità interna alla distruzione dell’ecosistema, ma la motivazione vacilla quando la sua richiesta di adozione viene inaspettatamente accolta, e una figlia l’attende in ucraina. La struttura che regge la narrazione è dicotomica: il rapporto tra moralità e legalità, tra le opposte armi della guerriera halla e della sua gemella pacifista, tra il titanismo eroico dell’ambientalismo e l’intimo desiderio di essere madre. Una storia che dona freschezza alla tematica ecologica con ironia e coinvolgimento, problematizzando senza melodrammi la lotta dell’individuo contro il cieco capitalismo, e mettendo in luce le pieghe etiche delle nostre responsabilità verso le generazioni future.

Ore 21.00 Okja regia di Bong Joon-ho | anno 2017 paesi di produzione: stati uniti d’america e corea del sud | durata: 121’ Celebre ai più per memories of murder (2003), il regista bong joon-ho – con okja – ottiene la nomina alla palma d’oro alla 70ª ed. del festival di cannes. Anche alla luce del precedente snowpiercer (2013), il film segna una virata nel cinema del cineasta sudcoreano verso tematiche cosiddette ambientali, centrali nel contemporaneo con il quale oggi ci confrontiamo. Fondendo ritmicamente tratti ironico-grotteschi a componenti prettamente drammatiche, okja è un bildungsroman incentrato su una ragazzina che intraprende “un’avventura giovanile” – dalla campagna della corea del sud fino a new york – per salvare il suo favolistico amico animale (iconico prodotto della cgi). Lungo il viaggio, la protagonista si rivela capace di parlare a qualsiasi spettatore, scalfendo brillantemente la superficie di problematiche e fenomeni quali l’ecoterrorismo, il maltrattamento degli animali e l’allevamento intensivo operato dalle grandi corporation. Organizzata da csv lombardia sud e «birdmen magazine» in collaborazione con la fondazione teatro fraschini e il comune di pavia.

Tutti gli aggiornamenti al programma sono disponibili sul sito www.festivaldeidiritti.org.

Il festival dei diritti è nato nel 2008 su impulso del CSV di Pavia, come evento contenitore di momenti culturali e spazi di riflessione; negli undici anni di vita solo sul territorio pavese, sono stati molti gli eventi promossi, oltre 540 le iniziative co-organizzate con più di 500 associazioni ed enti del territorio (una media di 50 all’anno con picchi anche di 80-90 in alcune edizioni). Il festival dei diritti si è da subito affermato come evento significativo nel contesto locale, coinvolgendo una media di 5.000 persone all’anno, per un totale di quasi 55mila persone in 11 anni, diventando un appuntamento atteso e condiviso da tutta la città. Anche attraverso il festival dei diritti, il CSV ha visto riconosciuto il suo ruolo di promotore di cultura, con un’attenzione particolare ai temi della partecipazione dei cittadini, della solidarietà e dell’accoglienza.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE