Giornata Mondiale della Salute Mentale: due incontri divulgativi a Voghera e Vigevano per la giornata del 10 ottobre.

Giornata Mondiale della Salute Mentale

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, coinvolge le strutture sanitarie del circuito “Bollini Rosa” ovvero gli ospedali a “misura di donna” ed i presidi dedicati alla salute mentale, con l’organizzazione di momenti di sensibilizzazione sull’importanza della diagnosi precoce e l’accesso alle cure, per superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche.
A questo proposito l’ASST di Pavia organizza mercoledì 10 ottobre alle h. 18:00 due incontri divulgativi che si svolgeranno sia a Voghera che a Vigevano.

Voghera: la ricerca di una gravidanza

A Voghera, presso la Sala Polivalente Maffeo Zonca l’evento, patrocinato dal Comune e rivolto al pubblico ha come titolo “Problemi clinici-psicologici nelle donne alla ricerca di una gravidanza”.

L’introduzione è affidata all’Avv.to Simona Virgilio, Assessore alla Famiglia e Politiche Sociali del Comune di Voghera e, a seguire interverranno il Dott. Alberto Chiara, Direttore del Dipartimento Materno Infantile, il Professor Pierluigi Politi, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale ed il Dott. Ezio Pozzi, Direttore f.f. UOC Ostetricia e Ginecologia di Voghera e Stradella di ASST Pavia.
L’incontro proseguirà con gli interventi della Dott.ssa Pia Luisa Aroasio Direttore f.f. dell’Unità Operativa di Psichiatria Oltrepò, la Dott.ssa Vera Abbiati, Dirigente Medico Psichiatra del Centro Psico Sociale di Voghera, le Dott.sse Carmen Sauta e Luisa Magnani, Dirigenti Medici dell’UOC di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale civile di Voghera.
Questi specialisti medici sono tutti coinvolti nella cura e nella prevenzione delle problematiche psicologiche della donna nella gravidanza, momento particolarmente delicato e difficile che, nei casi più gravi, può sfociare nella depressione peripartum.
Oggi è sempre più sentita l’esigenza di informare adeguatamente la popolazione femminile: sapere di che cosa si tratta, conoscere le difficoltà che possono insorgere, coltivare un ambiente sociale senza pregiudizio, sono i migliori strumenti in grado di permettere un precoce accesso alle cure per la risoluzione dei problemi.
Durante l’incontro verrà presentata la modalità di presa in carico integrata tra il servizio di Ginecologia e Ostetricia e quello di Psichiatria, un’efficace collaborazione interdisciplinare che risulta determinante per conseguire risultati molto soddisfacenti in tema di salute femminile.

Vigevano: disturbi psichici in gravidanza e nel post-partum

A Vigevano, presso l’Aula Magna dell’Ospedale civile, sempre mercoledì 10 ottobre alle 18.00, l’evento ha come titolo “I disturbi psichici in gravidanza e nel post-partum”.
Nel corso della gravidanza o dopo il parto possono esordire o riacutizzarsi nella donna diversi disturbi psichiatrici: depressione, disturbi d’ansia, disturbi dell’alimentazione, disturbi da uso di alcol e droghe, psicosi, disturbo bipolare. In particolare i disagi della sfera affettiva risultano essere un tema ed una preoccupazione di primo piano, come documentato dalle percentuali di donne affette; si stima infatti che ad esserne colpite sono circa il 16% delle donne nel periodo della maternità, con percentuali dal 10-16 al 14-23% in gravidanza e dal 10-15 al 20-40% nel post partum.
L’importanza di riconoscere i problemi di salute mentale in questi passaggi è ampiamente sottovalutata per varie ragioni: scarsa sensibilizzazione dei professionisti sanitari, limitato coordinamento e assenza di percorsi integrati tra i vari servizi, mancanza di linee guida aggiornate. Di conseguenza, per offrire un adeguato livello assistenziale in grado di identificare tempestivamente i disturbi psichiatrici gravi, riconoscere la loro rapida insorgenza e comprendere la loro natura, sono indispensabili interventi di divulgazione e formazione sia per gli addetti ai lavori che per la popolazione in generale.
Di fondamentale importanza risulta soprattutto il coinvolgimento attivo delle donne attraverso il processo decisionale condiviso, ciò per migliorare la capacità di riconoscere il problema, per gestire le errate, ma comprensibili preoccupazioni affinché il disturbo psichiatrico non determini stigmatizzazione per sé o per i propri figli ed ancora per prevenire i rischi associati all’interruzione del trattamento con psicofarmaci senza consulto medico nel momento in cui la donna sa di essere in attesa di un bimbo.
Questo evento vede la partecipazione di specialisti medici appartenenti ai vari ambiti coinvolti in dette problematiche: la Pediatria, la Ginecologia e Ostetricia e la Psichiatria ed è necessario evidenziare che solo un’efficace collaborazione interdisciplinare risulta determinante per conseguire risultati soddisfacenti alla risoluzione del problema.
I relatori che animeranno l’incontro sono la Dr.ssa Luciana Babilonti, Direttore dell’UOC Ginecologia e Ostetricia, la Dr.ssa Lidia Dicembrino, Direttore dell’UOC di Pediatria ed il Dr. Giovanni Marchitelli, Dirigente Medico dell’UOC di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale civile di Vigevano ed il Dr. Maurizio Maria Ramonda, Responsabile del Centro Psico-Sociale Lomellina.

Leggi anche:  Tragico incidente a Voghera, 42enne perde la vita

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE