Morti sul lavoro in Lombardia. Paolo Capone, UGL “Basta stragi sul lavoro, occorre più formazione sulla sicurezza”.

Il comunicato stampa di UGL

“L’UGL esprime il suo cordoglio alle famiglie delle vittime che hanno perso la vita sul posto di lavoro in Lombardia”.

Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alle morti sul lavoro avvenute nelle ultime 24 ore in Lombardia e che hanno causato due morti e tre feriti.

Non si può continuare a morire con questa frequenza, occorre promuovere una maggiore cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e una formazione degli operai più adeguata, soprattutto in quei luoghi dove il rischio di infortuni è maggiore. L’UGL è in tour con ‘Lavorare per vivere’ per sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno e per dire basta a queste stragi. Proprio ieri eravamo a Lettomanoppello (PE) con 262 sagome per ricordare i morti sul lavoro di Marcinelle.”

Gli ultimi incidenti in Lombardia

Come sintetizzato dai colleghi di giornaledimonza.it, non accennano a diminuire, nonostante sia il mese di agosto, gli incidenti sul lavoro in Lombardia. La cronaca ci porta a Brescia dove poco prima delle nove di oggi, venerdì 9 agosto 2019, si è verificata una esplosione in una ditta, in località Caionvico. Un uomo di 29 anni e uno di 33 sono rimasti ustionati.  I due feriti sono stati intubati e portati d’urgenza al Civile di Brescia e al Niguarda di Milano in codice rosso a causa delle gravi ustioni.

Leggi anche:  Vigili del fuoco di Pavia mettono in sicurezza un albero a Canarazzo VIDEO

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU BRESCIASETTEGIORNI.IT

Sempre questa mattina, ma a Cremona, due persone sarebbero rimaste coinvolte in un grave incidente sul lavoro all’interno dell’acciaieria Arvedi Spa. Si tratterebbe di uno schiacciamento che ha causato la morte di un 54enne e il grave ferimento di un suo collega di 44 anni. Nella stessa ditta, meno di quattro mesi fa, aveva perso la vita un magazziniere 28enne.

DETTAGLI SU GIORNALEDICREMONA.IT

Ieri incidente a Milano: muore 28enne bergamasco

Ieri purtroppo si è verificato un altro incidente sul lavoro dalle conseguenze infauste. Verso le 8 in zona Washington a Milano, nel cantiere di un parcheggio interrato in costruzione in via Soresina, un ragazzo di 28 anni, Alessandro Vezzoli, stava lavorando a un ascensore, quando è stato colpito da un tondino di ferro caduto da diversi metri di altezza. Il trauma è stato gravissimo. Dopo poche ore di coma si è spento all’Ospedale Niguarda di Milano.

Incidenti e morti anche in Brianza

Anche in Brianza il 2019 è stato un anno tragico per gli incidenti sul lavoro. Sono già nove gli infortuni mortali del 2019 nella provincia di Monza e Brianza, a fronte dell’unico decesso del 2018.