Poste Italiane porta l’ufficio a casa dei cittadini della provincia di Pavia. Un vero e proprio Ufficio Postale a domicilio grazie al progetto “portalettere a domicilio”.

L’Ufficio Postale a casa dei cittadini

Direttamente dalla propria abitazione e senza la necessità di recarsi all’Ufficio Postale, i cittadini dei comuni interessati potranno pagare i bollettini di conto corrente postale, ricaricare le carte PostePay e la scheda SIM del proprio cellulare, inviare raccomandate con ricevuta di ritorno e consegnare i pacchi da spedire (solamente confezioni Poste Delivery Standard).

Come prenotarsi

Per prenotare la visita a domicilio del portalettere è sufficiente contattare il numero verde di Poste Italiane, 803.160, visitare il sito www.poste.it oppure intercettare direttamente il portalettere durante il suo giro di consegne.

Il progetto

Il progetto “portalettere a domicilio” è parte del programma dei “dieci impegni” per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti promosso dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, in occasione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” dello scorso 26 novembre a Roma, e ribadisce la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate.

Leggi anche:  Sostituzione e pulizia delle campane del vetro nel Comune di Pavia

L’effettiva realizzazione di tali impegni è consultabile sul nuovo portale web all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni.

L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

I comuni aderenti

Ecco nel dettaglio tutti i Comuni della provincia di Pavia interessati dall’iniziativa:

BADIA PAVESE

SPESSA

TORRE DE’ NEGRI

ZERBO

CALVIGNANO

CASANOVA LONATI

LIRIO

OLIVA GESSI

ROBECCO PAVESE

VERRETTO

BATTUDA

GALLIAVOLA

VELEZZO LOMELLINA

VILLA BISCOSSI

ROGNANO

RONCARO

SANT’ALESSIO CON VIALONE

TORRE D’ARESE

ALBAREDO ARNABOLDI

GOLFERENZO

MONTECALVO VERSIGGIA

MONTESCANO

ROCCA DE’ GIORGI

SAN CIPRIANO PO

VOLPARA

ZENEVREDO

CANEVINO

CECIMA

MONTESEGALE

ROCCA SUSELLA

 

LEGGI ANCHE>> Bracconaggio nel Po: individuati 166 punti di imbarco lungo tutto il fiume, 42 a Pavia

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE