Notte dei Ricercatori: Visite guidate al sincrotrone del Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica di Pavia, uno dei 6 al mondo in grado di accelerare protoni e ioni carbonio utilizzati per colpire con precisione e forza i tumori.

Notte dei Ricercatori: apre le porte l’acceleratore di particelle del CNAO

Un anello di metallo e magneti di 80 metri di circonferenza che accelera fino a 200.000 km al secondo particelle pesanti come protoni e ioni carbonio utilizzate per il trattamento dei tumori non operabili e radioresistenti: è il sincrotrone della Fondazione CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica che sarà aperto per visite guidate il 28 settembre 2019 dalle 9.00 alle 13.00 in occasione della Notte dei Ricercatori.

CNAO aderisce a Sharper, uno dei 9 progetti in cui è articolata la Notte dei Ricercatori in Italia, guidato dalla sezione di Pavia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). Inoltre il personale del CNAO sarà presente al Castello Visconteo di Pavia il 27 settembre dal pomeriggio fino a sera (dalle 15:00 alle 23:00) per spiegare come dalla collaborazione tra medici, fisici e ingegneri è nata l’adroterapia con protoni e ioni carbonio, terapia avanzata per alcuni tra i tumori più aggressivi, disponibile in soli 6 centri al mondo, tra cui il CNAO di Pavia. Per informazioni: https://www.fondazionecnao.it/it/visite-guidate oppure http://www.nottedeiricercatori.it/sharper.html

Cos’è l’adroterapia

L’adroterapia è una forma avanzata di radioterapia che utilizza al posto dei raggi X, fasci di ioni carbonio e protoni che, grazie alle loro caratteristiche fisiche, hanno la capacità di colpire la massa tumorale con maggior forza distruttiva e precisione, riducendo moltissimo gli effetti collaterali. L’adroterapia con protoni e ioni carbonio è utilizzata quando la radioterapia tradizionale risulta inefficace e i tumori non sono operabili per la loro vicinanza a organi critici. Grazie agli effetti collaterali molto ridotti e quindi al minor rischio che i pazienti sviluppino tumori secondari che possono essere generati dalla radioterapia anche molti anni dopo le cure, l’adroterapia, soprattutto quella che utilizza i protoni, è indicata per la cura di alcuni tumori solidi pediatrici (tumori con localizzazione sellare, della base del cranio, con coinvolgimento/vicinanza di organi a rischio – tronco encefalo, midollo spinale, vie ottiche, ippocampo, ampi volumi di encefalo, coclea, cuore, reni, gonadi – recidive con indicazione al ritrattamento radiante in un’area già sottoposta a radioterapia).

Leggi anche:  Allerta per rischio vento forte sull'Appennino Pavese

Il CNAO

CNAO è il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica per il trattamento dei tumori con protoni e ioni carbonio, una fondazione privata senza scopo di lucro istituita dal Ministero della Salute nel 2001 con sede a Pavia. Entrato in attività nel settembre del 2011, è l’unico centro italiano e uno dei sei nel mondo in grado di effettuare l’adroterapia sia con protoni che con ioni carbonio, un trattamento avanzato utilizzato soprattutto per le forme di tumori non operabili e resistenti alla radioterapia tradizionale. Il CNAO ha consentito a oggi il trattamento di oltre 2500 pazienti oncologici. L’adroterapia fa parte delle cure coperte dal Servizio Sanitario Nazionale.

LEGGI ANCHE>> Notte dei Ricercatori: anche Pavia partecipa alla “Settimana della Scienza”

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE