L’incidente è avvenuto lo scorso sabato 10 agosto 2019 sui monti tra Pozza e San Marzo, vicino a Petruro (Aq). L’uomo stava effettuando un volo in solitaria quando,  per cause ancora da comprendere, ha perso il controllo dell’elicottero schiantandosi al suolo. Il miracolo però si è avverato: il pilota, di Dorno di Pavia, ne è uscito miracolosamente illeso.

Lo schianto e il ritorno a casa

Dopo essersi riuscito a liberare dalle lamiere dell’elicottero il pilota pavese ha messo in sicurezza il velivolo staccando le batterie e i cavi di alimentazione. Dopodiché si è diretto a piedi a valle, dove ha trovato un passaggio che lo ha portato fino all’Aquila e da lì è tornato a casa coi mezzi pubblici.

Il ritrovo dell’elicottero distrutto e le ricerche dello scomparso

Il velivolo distrutto è stato avvistato da un altro pilota durante un volo,  che ha deciso di atterrare nelle vicinanze, correndo ad assicurarsi che non ci fossero persone ferite da soccorrere e contattando il 113. Immediatamente allertato, il personale dei Vigili del Fuoco, insieme alla Questura e al Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, si sono recati nella zona dove era segnalato il velivolo, perlustrando la zona anche a largo raggio senza trovare nessun ferito. La scomparsa del pilota è stata un mistero per l’intera mattina.

Leggi anche:  Le associazioni di volontariato in campo per i pazienti con neoplasie del distretto testa-collo

La zona dell’incidente è questa:

Il pilota aveva avvisato già i Carabinieri di Garlasco

La ricerca però è stata vana: il pilota pavese stava già tornando a casa. Dopo essere stato rintracciato dall’autorità competente, è riuscito a dimostrare di aver inviato una mail tramite posta certificata ai Carabinieri di Garlasco, che non avevano provveduto ad avvisare i colleghi.

TORNA ALLA HOME