Screening neurologico gratuito per gli over 65 a Ferrera Erbognone, al fine di intercettare eventuali forme di deficit cognitivi in fase precoce.

Screening neurologico gratuito per gli over 65

A partire da mercoledì 13 febbraio 2019 i cittadini residenti nel Comune di Ferrera Erbognone (PV) con più di 65 anni di età avranno la possibilità di sottoporsi a visite neurologiche gratuite.

I medici specialisti della Fondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS di Pavia effettueranno uno screening neurologico sulla popolazione anziana al fine di indagare l’integrità delle funzioni cognitive dei soggetti e intercettare così eventuali forme di deficit in fase precoce.

Iniziativa promossa e finanziata dal Comune

L’iniziativa, promossa e interamente finanziata dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Scalabrin, intende sensibilizzare la cittadinanza alla prevenzione dei più comuni disturbi neurologici dell’invecchiamento:

Il Comune di Ferrera Erbognone, d’intesa con l’Istituto Mondino – afferma il primo cittadino – ha avviato un programma di prevenzione delle patologie del deterioramento cognitivo, comprensivo di una visita specialistica neurologica, a favore della popolazione residente ultrasessantacinquenne, con costo totale a carico del Comune. Nel ringraziare la Fondazione Mondino per la preziosa opera di collaborazione scientifica, si pone altresì l’accento sull’alto valore sociale dell’iniziativa a favore della fascia debole della popolazione”.

Come effettuare la prenotazione

Sono 240 – su un totale di 1196 abitanti – gli utenti potenzialmente interessati a partecipare all’iniziativa. Le visite si terranno presso l’Ambulatorio Comunale di via Roma, a Ferrera Erbognone. Gli interessati potranno prenotare l’appuntamento telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 15.30 alle ore 17,00 al numero 0382 380 415.

Leggi anche:  Meteo Lombardia, previsioni per il weekend: il classico “Sereno o poco nuvoloso”

Gli specialisti dell’Istituto sottoporranno i partecipanti a una visita neurologica completa e, laddove indicato, a un esame neuropsicologico formale comprensivo di una valutazione dell’area funzionale e comportamentale.

LEGGI ANCHE: San Matteo, Stefano Perlini, nuovo responsabile del Pronto Soccorso

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE