Sfilacci di cavallo con possibile batterio ritirati dal mercato

Ritirato dal mercato per possibile presenza del batterio listeria monocytogenes. E’ il destino di un lotto di sfilacci di cavallo prodotto a Resana e distribuito dall’azienda bresciana Naba Carni spa. Nelle scorse ore il ministero della Salute ha diramato in tutta Italia un avviso di sicurezza alimentare che proviene direttamente dalla Marca. L’azienda produttrice degli sfilacci incriminati, la Europe Meat international srl, ha sede infatti in via Roma, a Resana (TV).

I possibili sintomi

I possibili sintomi dati dal batterio sono legati a nausea e vomito, ma nei soggetti più a rischio (bambini e anziani) può causare anche infezioni più gravi. Di qui la richiesta ai consumatori partita dal ministero della Salute, in via precauzionale, di “riportare il prodotto al punto vendita”. Come detto la commercializzazione, in buste di plastica da 100 grammi, è avvenuta invece per mezzo della Naba Carni Spa, realtà bresciana leader del settore.

Il lotto e la denominazione del prodotto da evitare

Il prodotto in questione è venduto con il marchio “Masina dal 1929 la salumeria” e con la denominazione “Sfilacci di equino 100 g in busta atp”. Il lotto 93543 risulta l’unico per il quale è stato raccomandato di evitare il consumo: nessun ulteriore allarme, al momento, sugli altri prodotti dell’azienda trevigiana né per quelli della Naba Carni.

Leggi anche:  Piombo oltre i limiti, Coop richiama la farina di ceci “Valore al Territorio”

LEGGI ANCHE>> Sciroppo mucolitico ritirato dalle farmacie

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE