Superstrada Vigevano-Malpensa, il ministro Toninelli ci ripensa, ma Anas dice no. Le voci di un ripensamento di Dario Toninelli sul progetto della Vigevano-Malpensa ha fatto sussultare i sindaci del sì. Che hanno scritto, lo scorso 22 febbraio, una lettera al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Promotore il Sindaco di Vigevano Andrea Sala, ma hanno aderito anche i colleghi di Abbiategrasso, Magenta, Ozzero e Robecco sul Naviglio. Nella giornata di giovedì 28 febbraio 2019 una delegazione è stata convocata da Anas, che ha confermato la presenza di una richiesta del M5s di studio alternativo in merito al progetto della Superstrada Vigevano-Malpensa, nonostante l’Iter di approvazione sia ormai giunto a conclusione.

Anas dice no

Anas ha escluso la possibilità di tracciati alternativi a quello già approvato per ragioni tecniche. La stesura di questa relazione ha comportato un allungamento sulla pubblicazione del bando delle due gare d’appalto. “Il progetto alternativo di M5s non è infatti una novità, bensì la fotocopia di quanto già proposto nel 2015 da Città Metropolitana”, spiegano i sindaci.

Il commento dei sindaci 

“Non possiamo perdere ulteriore tempo su analisi costi/benefici, in quanto l’opera dopo 20 anni di gestazione ha trovato pieno accordo tra Stato, Regione e maggioranza dei Comuni in merito allo stralcio Vigevano-Abbiategrasso-Magenta, anche in funzione dello sviluppo dell’aeroporto di Malpensa che vede, da un lato, un forte recupero di passeggeri dopo l’abbandono dello scalo da parte di Alitalia e, dall’altro, la conferma di essere uno dei più importanti Terminal Cargo d’Europa, punto di riferimento essenziale per le Imprese del Sud-Ovest Lombardia. Lo sviluppo del nostro territorio non può più attendere, occorre far presto e attuare gli accordi sottoscritti a livello Ministeriale”.

LEGGI ANCHE: Superstrada Vigevano-Malpensa, via libera dal Cipe

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE