Un anno di ricerche su Google: ecco cosa cercano gli italiani. Ormai è un dato di fatto: quando non conosciamo un argomento, il significato di una parola oppure vogliamo trovare la ricetta per la cena con gli amici la risposta la chiediamo a Google. Ecco cosa abbiamo cercato nel 2017 (dati elaboratori da Google Trends).

Le parole

La parola più ricercata nel 2017 è stata Nadia Toffa. La presentatrice e inviata de “Le Iene” ha accusato un grave malore che l’ha portata d’urgenza al ricovero in ospedale. Solo qualche tempo dopo, in diretta tv, ha ammesso di avere un cancro. Al secondo posto troviamo Hotel Rigopiano: la tragica valanga del 18 gennaio 2017 ha causato 29 morti e ha tenuto gli italiani attaccati alla tv nelle fasi cruciali delle operazioni di salvataggio. Al terzo posto una della grandi passioni degli italiani, il calcio: Italia-Svezia, proprio quella partita “maledetta” che ha visto la nazionale azzurra esclusa dai Mondiali 2018. E poi ancora, al quarto posto, Sanremo: perché in Italia, nonostante le polemiche, la curiosità è tanta e il Festival nazionale continua a intrattenere milioni di telespettatori. Al quinto posto una parola che avremmo preferito non cercare: terremoto. Dal 24 agosto 2016 al 18 gennaio 2017 (e ancora dopo con una media di dieci scosse al giorno) l’Italia, e in particolare il centro della Penisola, è stato colpito duramente da un sisma che ha sventrato paesi come Amatrice, diventata simbolo della distruzione del terremoto. Le stesse scosse che a gennaio hanno causato la valanga che ha investito l’Hotel Rigopiano.

I personaggi

Ancora una volta, anche nella sezione personaggi, spicca al primo posto Nadia Toffa. La presentatrice bresciana era stata letteralmente investita da ondate di affetto provenienti da tutta Italia attraverso i social. Al secondo posto troviamo Gianluigi Donnarumma, il giovane portiere del Milan che ha fatto discutere per la decisione di non affrontare l’esame di maturità, rimandato al 2018, per poter andare in vacanza al termine della stagione calcistica. Nei tre posti successivi troviamo, invece, tre grandi personaggi come Nicky HaydenPaolo Villaggio e Fabrizio Frizzi. Hayden amato protagonista della Moto Gp è scomparso a 35 anni in un incidente in moto su strada a Cesena nel maggio 2017. E poi ancora l’indimenticabile Paolo Villaggio, scomparso a luglio a 84 anni a Roma, e Fabrizio Frizzi, apprezzato presentatore tv colpito da un malore sul finire nel 2017 e scomparso pochi mesi dopo a 60 anni.

Leggi anche:  Bambini con malattie neurologiche: al San Matteo il punto sulle migliori cure

Cucina e tecnologia nei “Come fare…”

Ricette e trucchi informatici tra le ricerche più quotate nel 2017 dagli internauti italiani. Al primo posto (chissà perché?) troviamo “come fare” le olive in salamoia: sarà tornato di moda l’ulivo in giardino ed è proprio un peccato non utilizzare quelle belle olive verdi…

Al secondo posto “come fare” il back up, una conoscenza indispensabile per chi usa anche solo uno smartphone. A seguire “come fare” la marmellata di albicocche e la carbonara. Chiude la classifica “come fare” lo screenshot, e chissà cosa volevano immortalare i nostri internauti.

I nostri strani “perché”

Qualche volta nella testa ci frullano degli strani perché… a quel punto chiederlo a Google diventa inevitabile. E così passiamo il tempo a chiederci ad esempio perché si festeggia Ferragosto o l’8 marzo, oppure ci chiediamo perché le cicale cantano e ancora perché ci fischiano le orecchie. Ma al primo posto nel 2017 a Google abbiamo chiesto perché la Catalogna vuole l’indipendenza. Povero Google, per darci una risposta, questa volta ha fatto un po’ di fatica. Stava quasi per pensare a una pagina “Ok, da dove inizio a raccontare?”

Come un dizionario

Google è la versione pratica e tascabile di un dizionario. Ed ecco che spesso ci troviamo a digitare un termine per ricercarne in significato. Nel 2017 la parola più ricercata è stata ipocondriaco. Al secondo posto, complice un’infuocata puntata de Il Grande Fratello, troviamo “mannaggia” che ora tutti sappiamo essere stata classificata come bestemmia. A seguire alcuni termini riferiti alle canzoni che ci hanno fatto ballare: Despacito, dall’omonima canzone di Luis Fonsi e in coppia Namaste e Panta rei, dal successo di Francesco Gabbani Occidentali’s Karma, vincitore di Sanremo 2017.