Via delle Terre d’Acqua. Marco Leone è da poco giunto alla fine della tappa di oggi, cioè a Pavia. Altri 38 chilometri portati a termine.

CLICCA QUI E SEGUI TUTTO IL CAMMINO GRAZIE AL NOSTRO SPECIALE

L’arrivo a Pavia

La tappa di oggi, mercoledì 16 maggio, ha visto Marco Leone giungere a Pavia. Si tratta di altri 38 chilometri svolti senza molti problemi e difficoltà.

La partenza IL VIDEO

La seconda tappa

Tra pioppi e cuculi FOTO E VIDEO

Tappa piena di sorprese IL VIDEO

Direzione Pavia

Il racconto

“La tappa è da dividere in due parti. La prima parte sull’argine: bella bella. Poi l’arrivo al Ponte sul Po, da lì in poi niente di speciale solo caldo. Caspita che sbalzi, fino a ieri freddo, oggi caldo da crepare. Certo che da queste parti non son proprio ospitali. In tutto il giorno ho attraversato un unico paesino. Arrivo in centro, c’è un bar con 7-8 signore e una decida di vecchietti. Arrivo, sgancio Forrest. Questi mi guardano a bocca aperta. Sembrava avessero visto un marziano, anzi un kamikaze tant’è che dico “Tranquilli, non trasporto nessuna bomba”. Uno mi guarda e bofonchia “Cu sa le su li”. Credo parlasse di Forrest. Stop comunicazioni. Lungo la strada provo a salutare qualche passante, non uno alza lo sguardo: niente. Periferia di Pavia, idem non un cenno… mi stufo… stop… basta….

Leggi anche:  Croce Rossa Voghera: puntualizzazioni sullo stato e utilizzo del centro polifunzionale di via Maggioriano

Leone dorme in ostello

Marco Leone questa notte dormirà in un’ostello che già conosce. “In ostello stanza micro – racconta ancora – Piccola, siamo in 3: un pellegrino tedesco e un tipo strano che già adesso sta russando alla grande. Però che bello. Ho fatto la doccia: ci voleva. Adesso un attimo di svacca e poi a zonzo per due foto. Domani si prosegue sulla via Francigena, strada che ho già fatto due anni fa per andare a Roma.

LEGGI ANCHE Uomo investito in viale Campari, in ospedale in gravi condizioni oppure TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!