Lupi in Oltrepò Pavese, nuovi avvistamenti in Val di Nizza: un lupo ripreso dalle telecamere di videosorveglianza di un’abitazione.

Lupi in Oltrepò Pavese

Ancora avvistamenti di lupi in Oltrepò Pavese e sempre più vicini alle case. Questa volta è successo a Poggio Ferrato in Val di Nizza. Un residente, grazie alle telecamere di videosorveglianza, ha filmato una coppia di lupi nel cortile della sua abitazione. La mattina seguente, passeggiando nei pressi di casa sua, si è trovato di fronte ad un capriolo azzannato dai due animali.

Non un caso isolato

L’allarme di Val di Nizza non è isolato. Un cittadino di Romagnese ha perso il proprio cane anche lui sbranato dai lupi. E anche nel mese di gennaio un cane aveva fatto la stessa fine nei pressi di Brallo di Pregola.

LEGGI ANCHE: Lupi alle porte, nell’Oltrepò Pavese un branco ha sbranato un cane

Circolare “Antilupi”: nessun via libera alle uccisioni

La questione dei lupi continua a far discutere. Dal Viminale è partita una circolare inviata ad alcuni prefetti in cui si darebbe il via libera, in casi particolari, all’abbattimento dei lupi e ciò nonostante l’approvazione del piano lupi del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa per la tutela dell’animale.

A inizio mese, Sergio Costa, ministro dell’Ambiente in quota Movimento 5 Stelle aveva fissato un paletto importante:

“Non servono abbattimenti, ma una strategia”.

QUI L’INTERO ARTICOLO: Piano conservazione e gestione del lupo in Italia: no abbattimenti selettivi

Leggi anche:  Incidenti stradali in Oltrepò SIRENE DI NOTTE

Il Viminale scrive ai prefetti: “Allarme lupi, sì all’abbattimento”.

Ora però, una circolare inviata da un altro Ministero – quello dell’Interno guidato da Matteo Salvini – sembrerebbe cambiare di nuovo le carte in tavola.

E’ stata inviata per ora solo alle province di Trento, Bolzano e alla regione Valle d’Aosta a firma del capo di Gabinetto Matteo Piantedosi e licenzia l’abbattimento selettivo “solo a condizione che sia stata verificata l’assenza di altre soluzioni praticabili“.

Ma la decisione del Viminale è stata subito contestata dagli animalisti:

“I lupi non rappresentano emergenza di ordine pubblico”, ha subito sottolineato Enpa.

E comunque riapre un dibattito che resta acceso a prescindere, malgrado per le altre regioni non sia stato formalizzato alcun via libera agli abbattimenti.

LEGGI ANCHE: L’Università di Pavia tra i vincitori del concorso Win-a-Robot di Epson

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE