Ristoranti e bar sotto la lente d’ingrandimento: sanzioni e denunce da parte dei carabinieri nella serata a Pavia.

Controlli dei carabinieri

Nel corso della serata a Pavia, Casorate Primo e Giussago, è stato eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio, nell’ambito dell’operazione “Periferie Sicure”, al fine di monitorare il cosiddetto fenomeno della movida, svolto con il supporto di personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pavia del Nucleo Antisofisticazione di Cremona e militari della Compagnia di Intervento Operativo del 3° Reggimento CC di Milano,

Sospesa attività di un bar

I Carabinieri hanno effettuato un’ispezione sanitaria ed amministrativa ad un bar situato a Pavia, in Viale Beccaria, rilevano numerose infrazioni, tra le altre anche due 2 lavoratori in nero. Al termine degli accertamenti si è proceduto al deferimento in stato di libertà del titolare, un cittadino pavese 45enne, elevando contravvenzioni per euro 41.200, con sospensione dell’attività imprenditoriale.

Ispezionato anche un ristorante di Viale Montegrappa rilevando anche in questo caso numerose infrazioni: il titolare, un milanese 36enne, è stato denunciato in stato di libertà e gli sono state comminate ammende e sanzioni complessivamente pari ad euro 29mila euro.

Le altre denunce

Personale del Nucleo Radiomobile di Pavia ha denunciato anche cinque persone:

– per guida in stato di ebbrezzaun pavese 45enne, poiché controllato a Pavia, al viale Partigiani, è stato sorpreso alla guida della sua autovettura Nissan Qashqai con un tasso alcolemico pari a 1,01 g/l;

Leggi anche:  Ragazza 24enne soccorsa dopo un malore SIRENE DI NOTTE

per furtouna cittadina rumena 18enne, poiché sorpresa a Pavia, all’interno del supermercato “Esselunga”, ad asportare merce per un valore complessivo di 203 euro, recuperata e restituita all’esercizio commerciale;

per furto un pakistano 21enne, poiché sorpreso a Pavia, in Corso Cavour, ad asportare merce dall’esercizio commerciale “Zara” per un valore complessivo di euro 10 circa;

per porto abusivo d’arma, due cittadini pavesi di 55 e 50 anni, controllati a Pavia, il primo in Piazza San Bernardo, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 13 cm mentre il secondo, controllato lungo Via Trieste, è stato trovato con un cutter (taglierino) della lunghezza complessiva di 10 cm.

LEGGI ANCHE: Macabra scoperta in un campo, ritrovato un piede umano

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE