Banda dei Bancomat: identificati i responsabili degli assalti con i trattore-ariete.

Banda dei Bancomat

Sarebbero i responsabili di almeno una decina di colpi, commessi tra gennaio e aprile in diverse zone, soprattutto in Lomellina. La modalità era sempre uguale: prima rubavano i mezzi, un trattore da usare come ‘ariete’ e furgoni per trasportare le casseforti, poi mettevano a segno l’assalto e successivamente si nascondevano in cascinali abbandonati, dove avevano tutto il tempo di aprire le casseforti e prendere i soldi.

Identificati i 7 responsabili

I carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando provinciale di Pavia hanno identificato 7 presunti responsabili, tutti di etnia rom, pregiudicati e domiciliati in diversi campi nomadi. Per loro l’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al furto di bancomat e casse continue. Solo uno di loro, rintracciato a Milano, è stato arrestato. Gli altri 6 si sarebbero dati alla fuga all’estero e sono ricercati con ordini di cattura internazionali.

Gli assalti

I colpi, già iniziati tra gennaio e febbraio, avevano avuto un’escalation alla fine dello scorso marzo, quando il 28, 29 e 30 erano stati portati a segno ben tre tentativi, nei confronti di altrettante casse continue e bancomat, a Sannazzaro de’ Burgondi, Tromello e Zinasco. Il 27 aprile era poi stato portato via il bancomat della Cassa di risparmio di Novara a Dorno, che conteneva circa 150mila euro. Braccati i responsabili, per non farsi catturare in flagranza avevano abbandonato la cassaforte con i soldi e tutte le loro attrezzature. Grazie al ritrovamento di questo materiale sono stati acquisiti elementi di prova per le indagini, in base ai quali sono state emesse le misure cautelari.

Leggi anche:  Incidente mortale, intossicazioni e aggressione SIRENE DI NOTTE

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!