Carabiniere a caccia, libero dal servizio, intercetta nelle campagne due stranieri irregolari in fuga e li fa catturare: i due, irregolari sul territorio nazionale, sono stati catturati.

L’auto sospetta

Intorno alle 15:30 del 16 ottobre 2019, a Cassolnovo (PV), una pattuglia della Stazione carabinieri di Gravellona Lomellina (PV), stava conducendo un servizio di controllo del territorio lungo la SP 206, che congiunge la cittadina con Vigevano, quando una Ford Focus, in uscita dalla via Buccella, è stata vista accelerare eccessivamente al loro approssimarsi, chiaramente per allontanarsi il più velocemente possibile dagli operatori.

La fuga a piedi nei campi

Nonostante l’alt impostogli e l’azionamento delle sirene, la macchina ha proseguito la sua corsa nel tentativo di sottrarsi al controllo, fino a che, vistosi in trappola, i due occupanti hanno abbandonato il mezzo scappando nelle campagne circostanti. Ma evidentemente non era la loro giornata fortunata perché, oltre al predetto equipaggio, rinforzato dal sopraggiungere di altri due, non avrebbero mai pensato di incrociare anche un carabiniere della Stazione di Gravellona, che in quel momento si trovava a caccia col padre e che vedendoseli arrivare di corsa li ha bloccati consegnandoli ai colleghi.

Leggi anche:  ‘Ndrangheta, catturato Nicola Fraietta, condannato per associazione mafiosa

Senza permesso di soggiorno

I successivi  accertamenti fatti in caserma hanno permesso di appurare che i due, giovani nullafacenti provenienti dal Marocco e domiciliati uno a Milano e uno a Vigevano, sono irregolari sul territorio italiano poiché sprovvisti di permesso di soggiorno. Sono stati pertanto denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e per la violazione delle norme sull’immigrazione per ingresso illegale nel territorio dello stato.

LEGGI ANCHE>> Perde il controllo dell’auto e va a sbattere contro un palo della luce

LEGGI ANCHE>> Due minorenni pakistani fuggono da Comunità: hanno 15 e 16 anni

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE