Cinque appartamenti allacciati abusivamente alla rete pubblica, 8 persone denunciate. Le irregolarità segnalate dai residenti della zona.

Cinque appartamenti allacciati abusivamente, 8 persone denunciate

I Carabinieri della Stazione di Mortara, coadiuvati da militari delle Stazioni di Zeme, Robbio e dell’aliquota operativa della Compagnia di Vigevano, nonché da personale di Enel Distribuzione di Vigevano e dalla Polizia Locale di Castello D’Agogna, nel contesto di un servizio straordinario predisposto per confermare alcune irregolarità segnalate presso una palazzina a sei piani sita in Via Piemonte 16 a Castello D’Agogna, lamentata da numerosi residenti della zona, hanno eseguito un controllo presso lo stabile in questione. In particolare, l’intervento si è principalmente concentrato sulla verifica della presenza di allacci abusivi alla rete elettrica.

Fornitura interrotta

A seguito del controllo è emerso che, dove vi era posizionato il contatore delle parti comuni, dismesso da diverso tempo, era stato creato un allaccio abusivo mediante il quale si riusciva a prelevare elettricità, dirottandola all’interno di un quadro elettrico già presente in loco. Da tale impianto, successivamente, si è appurato che partivano cinque forniture che a loro volta davano energia a cinque diversi appartamenti. Ultimata la verifica i tecnici hanno provveduto a mettere in sicurezza l’impianto elettrico, interrompendo la fornitura fraudolenta.

Leggi anche:  Diverse cadute a Pavia e provincia SIRENE DI NOTTE

Otto persone denunciate

Sono stati inoltre individuati gli occupanti pro tempore dei 5 appartamenti, otto soggetti di cui sette di nazionalità rumena ed una italiana, che sono stati tutti deferiti in stato di libertà per furto aggravato, continuato, in concorso di energia elettrica.

Durante l’operazione, per la quale sono stati impegnati 12 militari e 6 autoveicoli della Compagnia Carabinieri di Vigevano, sono accorsi anche il Sindaco del paese, William Grivel, e numerosi cittadini per ringraziare dell’operato i militari.

I controlli proseguiranno

A tale controllo ne seguiranno ulteriori da parte dei carabinieri per definire la regolarità di tutti gli occupanti l’immobile e, da parte delle Autorità locali, per verificare la situazione strutturale e sanitaria dell’edificio, che registra diverse problematiche strutturali e di degrado urbano e igiene pubblica.

LEGGI ANCHE: Trovata discarica a cielo aperto, denunciato proprietario del terreno

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE