Controlli a Vigevano: 6 persone denunciate nell’ambito di un servizio svolto nella giornata di ieri, venerdì 11 gennaio 2019.

Controlli a Vigevano

Nell’arco di tempo compreso tra il pomeriggio e la sera di ieri venerdì 11 gennaio 2019, a Vigevano, i carabinieri della locale Stazione, supportati da quelli delle Stazioni di Garlasco e Gravellona e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vigevano hanno effettuato un controllo straordinario del territorio finalizzato al contrasto dei reati predatori e dei traffici illeciti di sostanze stupefacenti.

Numerose persone identificate

Sono stati effettuati numerosi passaggi nei vari quartieri della città, in particolare per la prevenzione dei furti in abitazione, scippi e rapine e sono stati quindi controllati numerosi veicoli e persone, soprattutto nei luoghi maggiormente sensibili sotto l’aspetto della sicurezza e dell’ordine pubblico quali la Stazione Ferroviaria, il centro storico, i parchi cittadini e alcuni bar.

LEGGI ANCHE: Infortunio sul lavoro, operaio si amputa dito della mano

Sei persone denunciate

Il bilancio al termine dello stesso servizio ha visto sei persone denunciate in stato di libertà:

– un venticinquenne di Vigevano, disoccupato, per falsa attestazione a pubblico ufficiale, resa al fine di eludere i controlli, avendo lo stesso la patente di guida sospesa;
– un 38enne siciliano ma residente a Vigevano, disoccupato, gravato da precedenti di polizia, per furto aggravato presso un supermercato cittadino di materiale informatico per il valore di quasi 300 euro, occultato all’interno dei propri indumenti e con le confezioni irreparabilmente danneggiate;
– un pregiudicato 56enne nato in Algeria e residente a Milano, per furto aggravato su una autovettura. Lo straniero è stato individuato come la persona che aveva rubato poco prima una borsa contenente due bancomat a un pensionato di Gambolò, intento a cambiare il pneumatico della propria autovettura, forato precedentemente dal malfattore;
– un 38enne di Vigevano ed un 24enne di Cassolnovo (PV), poiché durante il controllo stradale si erano rifiutati di sottoporsi all’accertamento sull’uso di sostanze stupefacenti;
– un 38enne marocchino, irregolare sul territorio italiano, privo di documenti identificativi e di soggiorno, per inosservanza dei provvedimenti del Questore.

Leggi anche:  Agli arresti domiciliari ma "evade" per 7 volte: portato in carcere

Ulteriori provvedimenti

Nel contesto dell’attività, infine, i carabinieri hanno accertato e contestato l’illecito amministrativo della detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale nei confronti di un 38enne nato a Vigevano e residente a Rivanazzano Terme (PV), operaio, pregiudicato, di tre studenti vigevanesi di 17, 18 e 25 anni e di un geometra pregiudicato 40enne nato a Casorate Primo e residente a Cozzo.

I predetti, a seguito dei controlli, sono stati infatti trovati in possesso di sostanze stupefacenti tra cui, complessivamente, circa tre grammi di cocaina, più di sette grammi di hashish e quasi 1 grammo di eroina.

Il servizio ha permesso nel complesso di controllare più di cinquanta persone e una ventina di veicoli.

LEGGI ANCHE: Autovelox sulla Vigentina, verrà riacceso a marzo

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE