Controllo del territorio straordinario a Casorate Primo, Pavia e Marcignago.

Controllo del territorio straordinario

Nel corso della nottata appena trascorsa, è stato svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha interessato Casorate Primo, Pavia e Marcignago. Nello specifico, particolare attenzione è stata prestata al centro di Casorate Primo, dove si è intensificata la presenza istituzionale nelle aree di principale aggregazione giovanile, procedendo al controllo di 23 veicoli e 55 persone.

Marcignago

L’attività è poi proseguita su Marcignago, dove la Stazione Carabinieri di Bereguardo ha dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare al regime degli arresti domiciliari nei confronti di A.M., pavese cl. 72, per il reato di atti persecutori nei confronti della ex-compagna, alla quale già in precedenza gli era stato imposto il divieto di avvicinarsi.

Sventato furto

Positiva infine è stata anche la vigilanza assicurata in questo centro, atteso che la pattuglia del dipendente N.O.R. ha rinvenuto, tra la vegetazione lungo Via Riviera, cofanetti contenenti monili di vario genere risultati asportati da un ladro che, qualificandosi come addetto al controllo della rete idrica, si era indebitamente introdotto all’interno di un’abitazione privata a Pavia, dove viveva una coppia di coniugi 90enni. La refurtiva è stata pertanto recuperata e restituita ai proprietari.

Leggi anche:  Inseguimento nella notte, trovati con piede di porco e cacciavite: denunciati

Muore in strada colpita da malore