Controllo straordinario del territorio nella giornata di ieri, sabato 6 ottobre, a Pavia e provincia.

Controllo straordinario del territorio

Nella giornata di ieri, sabato 6 ottobre 2018. si è svolto in Pavia nonché nei paesi del circondario, un servizio coordinato a largo raggio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti ed ai reati contro il patrimonio, disposto dalla Compagnia Carabinieri di Pavia, con l’impiego di numerose pattuglie automontate con i colori d’Istituto delle Stazioni dipendenti, pattuglie del Nucleo Radiomobile di Pavia, supportate da squadre in abiti ed autovetture civili del Nucleo Operativo, con lo scopo di monitorare le aree urbane degradate della città e dei paesi limitrofi.

Viale Matteotti, Allea, Via Volturno e Centro “Minerva”

Nello specifico, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Pavia hanno perlustrato con particolare attenzione viale Matteotti/area Allea, Via Volturno ed il Centro Commerciale “Minerva” conseguendo risultati positivi.

A Pavia hanno denunciato in stato di libertà per:
• il reato di tentato furto un cittadino libico 23enne libico, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso mentre stava tentando di asportare, dal Supermercato “Esselunga”, prodotti alcolici per un valore complessivo di 180 euro che sono stati restituiti all’esercizio commerciale;
• inosservanza delle normative sull’immigrazione un pregiudicato marocchino 22enne, che controllato lungo via Volturno, non aveva al seguito alcun documento d’identità risultando irregolarmente presente sul territorio nazionale;
porto abusivo di armi un pregiudicato 52enne pavese, controllato lungo Viale Matteotti, e trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di circa 20 cm;
porto abusivo di armi un pregiudicato 58enne ucraino, controllato presso il Centro Commerciale “Minerva”, e trovato in possesso di un coltello multiuso.

Leggi anche:  Denunciato il pirata della strada che investì una donna senza soccorrerla

I controlli in provincia

• A San Martino Siccomario (PV) è stato denunciato in stato di libertà un pregiudicato 23enne di Sant’Angelo Lodigiano (LO), poiché nonostante fosse destinatario del provvedimento del divieto di ritorno nel comune di San Martino Siccomario, è stato trovato a circolare in paese, lungo Via Roma;
• a Lardirago (PV) i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione 2 cittadini romeni, dei quali uno pregiudicato, di 22 e 18 anni. I due sono stati trovati in possesso di varie confezioni di bevande e liquori, risultate rubate il 4 settembre 2018 dalla sede della pro-loco del comune di Roncaro (PV).

L’attività di ieri consente di costituire dispositivi versatili ed in grado di individuare le aree che, a seconda del momento temporale, presentano maggiori criticità, indirizzando così al meglio le risorse operative e scaturisce dal monitoraggio dei fenomeni criminali nell’ambito della provincia pavese, attuata dalle Stazioni Carabinieri e dalle pattuglie del Nucleo Radiomobile sul territorio, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini.