Laboratorio della droga: maxisequestro di sostanza stupefacente da parte della Guardia di Finanza. Trovate in una cascina di Borgo Priolo oltre 660 piante di marijuana e 168 chili di infiorescenze pronte alla vendita. Un arrestato.

Scoperto laboratorio della droga a Borgo Priolo

La Guardia di Finanza di Milano, unitamente a reparti operativi del Comando Provinciale di Pavia, a seguito del consueto controllo economico del territorio hanno individuato in località Borgo Priolo (PV), alla frazione Staghiglione, una cascina all’interno della quale veniva prodotta illegalmente marijuana.

I militari del Gruppo Pronto Impiego di Milano e delle Compagnie di Pavia e Voghera, una volta fatta irruzione nella cascina, hanno rinvenuto due locali adibiti a serre, un locale interno ed uno esterno per l’essicazione delle infiorescenze, centinaia di kg di prodotto finito e strumenti utili alla coltivazione e conservazione della sostanza stupefacente.

666 piante di marijuana, 168 chili di infiorescenze

La cascina, di proprietà di un imprenditore agricolo di Casteggio, era diventato un vero e proprio laboratorio per la produzione di droga. Al termine delle attività di polizia giudiziaria, i militari hanno rinvenuto 666 piante di marijuana di varia grandezza, 168 chili di infiorescenze (di cui 17 già trinciate e pronte alla vendita), 1,5 litri di olio di marijuana e centinaia di confezioni monouso per la successiva commercializzazione illegale.

Un arrestato

Il proprietario della cascina, tale A. V. di 51 anni originario di Voghera (PV), è stato quindi tratto in arresto per produzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto nel carcere di Pavia in attesa delle disposizioni della locale Autorità Giudiziaria.

Leggi anche:  Prende a calci la compagna in strada: poi si scaglia contro i carabinieri

LEGGI ANCHE>> Si sente male al bar, muore poco dopo: aveva 46 anni

LEGGI ANCHE>> Bus della Stav di Vigevano carico di studenti ribaltato: IL VIDEO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE