Lanciano sassi dal cavalcavia sulle auto in transito sulla provinciale a Tromello. Bloccati e denunciati nella notte due giovani di Borgo San Siro.

Lanciano sassi dal cavalcavia: due giovani denunciati

Nelle prime ore del mattino di oggi 31 luglio 2019, a Tromello (PV), i Carabinieri della Stazione di Gambolò (PV), congiuntamente a quelli della Sezione Operativa della Compagnia di Vigevano, hanno denunciato in stato di libertà per il reato di danneggiamento continuato in concorso, un diciottenne impiegato e un ventiduenne operaio, entrambi originari di Milano ma residenti a Borgo San Siro (PV).

Sorpresi in flagranza

Nel corso di un servizio finalizzato all’individuazione degli autori degli episodi di lanci di sassi dal cavalcavia sovrastante la Strada Provinciale 596 a Tromello contro gli autoveicoli sotto transitanti, avvenuti nei giorni 25, 26 e 29 luglio scorsi, i due giovani sono stati sorpresi nei pressi del citato cavalcavia, dove vi erano giunti in bicicletta, in procinto di realizzare un’ennesima, analoga sconsiderata e pericolosa azione criminosa.

Hanno ammesso le responsabilità

Nel corso delle formalità procedurali, entrambi hanno ammesso le proprie responsabilità per i pregressi episodi, in cui sono state colpite, a loro detta, dalle dieci alle quindici auto. I giovani si sono giustificati dicendo che era partito tutto come un gioco per il quale avevano preso la mano, senza rendersi veramente conto del rischio a cui avevano fatto incorrere i malcapitati occupanti delle auto colpite.

Leggi anche:  Alla guida senza patente ... e non era la prima volta

I precedenti

I lanciatori di sassi non sono una novità nel pavese. L’ultimo episodio si era verificato, circa un anno fa quando un sasso lanciato dal cavalcavia aveva colpito un’auto che stava viaggiando sull’autostrada A21 Torino Piacenzanel tratto compreso tra i caselli di Casteggio e Broni-Stradella in zona Redavalle. Fortunatamente  i due occupanti della vettura, una coppia di Bressana Bottarone, ne erano usciti illesi anche se lo spavento per loro era stato davvero grande.

LEGGI ANCHE>> Concluse le operazioni nel capannone del missile a Rivanazzano FOTO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE