Maltrattamenti asilo “Zuccherino” di Varzi, cresce la preoccupazione tra ex mamme. Ci si chiede da quanto tempo questi episodi andassero avanti.

Maltrattamenti asilo nido Varzi

Come prevedibile, la notizia dell’arresto della titolare dell’asilo nido “Zuccherino” di Varzi ha fatto il giro del paese. E ora, anche tra mamme, ma anche tra ex mamme, cresce la preoccupazione. Ci si chiede da quanto tempo gli episodi andassero avanti e che in effetti “non puoi mai sapere dove possono capitare certe vicende”. Nella giornata di ieri, appena appresa la notizia di quanto accaduto, la maggior parte dei genitori e dei nonni, sono andati a ritirare i loro bambini dall’asilo per portarli immediatamente a casa. Fortunatamente il tutto si è svolto senza disordini.

L’arresto

La titolare della struttura è accusata di maltrattamenti nei confronti dei piccoli ospiti. Bambini costretti a subire violenze continue: spinte, strattoni e schiaffi. Violenze fisiche, ma anche psicologiche messe in atto quotidianamente dall’educatrice. Determinanti per incastrare la maestra i filmati girati all’interno del nido che documentano appunto le ripetute violenze inflitte ai piccoli. Le prove raccolte hanno immediatamente convinto l’autorità giudiziaria pavese a disporre la misura degli arresti domiciliari per la maestra e titolare della struttura.

Leggi anche:  Ragazza scomparsa: era scappata con l’ex, evaso dai domiciliari

LEGGI ANCHE:

Maltrattamenti nido Varzi: arrestata maestra VIDEO SHOCK

Maltrattamenti all’asilo di Varzi. Il presidente Fontana: “Pene esemplari e videosorveglianza”

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE