Minaccia due uomini con un coltello, bloccato dai carabinieri grazie allo spray al peperoncino. E’ successo alla discoteca “Le Rotonde” di Garlasco nella notte di sabato 15 giugno 2019.

Denunciato 23enne

Ieri, i carabinieri della Stazione di Gropello Cairoli, hanno denunciato in stato di libertà un cameriere ventitreenne, nato a Pagani (SA) e residente a Garlasco (PV), pluripregiudicato, per il reato di oltraggio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale e minacce.

Il giovane, intorno alle 2 di sabato 15 giugno, dopo essersi introdotto, scavalcando una recinzione, all’interno del ristorante-pizzeria annesso alla discoteca “Le Rotonde” di Garlasco, ha iniziato a minacciare, brandendo due coltelli da cucina, il figlio del titolare e un inserviente giunto in suo soccorso. Dopo essere stato disarmato da due addetti alla sicurezza e fatto uscire, non contento, ha iniziato a lanciare alcune bottiglie di vetro trovate in un bidone, fino a che non si è allontanato avendo inteso che sarebbero giunte le Forze dell’Ordine chiamate dall’esercente.

L’arrivo dei carabinieri

L’immediato intervento degli operanti, supportati da una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Vigevano, ha permesso l’individuazione del 23enne prima in una stradina laterale e poi, datosi alla fuga alla vista dei militari, di fronte alla sua abitazione in cui si barricava. I carabinieri, dopo una breve opera di convincimento, sono riusciti a farsi aprire, trovando il soggetto in evidente stato di alterazione da assunzione alcolici.

Leggi anche:  Formigoni condannato a pagare un maxi risarcimento da 47 milioni di euro alla Regione

Bloccato con lo spray al peperoncino

Alla vista dei militari ha iniziato ad inveire, opponendosi e cercando lo scontro fisico anche con l’evidente intenzione di utilizzare qualche oggetto contundente nelle sue disponibilità. Visto che la situazione stava degenerando, i militari, non senza difficoltà e solo mediante l’utilizzo dello spray al peperoncino in dotazione, sono riusciti a immobilizzarlo, rendendolo inoffensivo. L’intervento successivo di alcuni famigliari arrivati sul posto, ha definitivamente calmato il ragazzo.

LEGGI ANCHE: Tragico epilogo: Gianpaolo Bertuzzi muore nel camper in fiamme usato per la fuga

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE