Neonato morto in sala parto. Una vicenda accaduta nel giugno del 2018 e che vede ora indagate per omicidio colposo una ginecologa e due ostetriche.

Neonato morto in sala parto

I fatti risalgono al mese di giugno 2018, quando un neonato morì nella sala parto dell’Ospedale di Voghera. Ora, per quella vicenda sono indagate la ginecologa e le due ostetriche che stavano aiutando la donna a partorire. L’accusa rivolta dalla Procura della Repubblica di Pavia nei loro confronti parla di omicidio colposo.

La denuncia dei genitori

I genitori, dopo la tragedia, avevano sporto denuncia e così l’inchiesta è proseguita. Adesso, sia le dottoresse che le ostetriche, assistite dai propri avvocati, dovranno spiegare cosa è avvenuto esattamente quel giorno nella sala parto dell’ospedale di Voghera. Il piccolo dopo la nascita era stato sottoposto ad una delicatissima rianimazione che, però, si era rivelata inutile.

Fare chiarezza

Il primario del reparto di pediatria dell’Ospedale sottolinea che esiste una sindrome definita con il nome di “bambino nato morto”. Il motivo che porta il generarsi di questa sindrome è purtroppo ancora del tutto sconosciuto. La famiglia dal canto suo desidera solo che venga fatta chiarezza: ancora non vi è certezza se il piccolo sia nato morto oppure sia deceduto nei minuti successivi al parto.

Leggi anche:  Nuova tecnica eseguita all'ospedale di Voghera: prima volta in tutta la Provincia

LEGGI ANCHE: Auto contro furgone, grave un uomo di 42 anni

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE