Omicidio-suicidio a Borgarello, una 26enne è stata strangolata nella villa in cui lavorava come colf. Il corpo è stato scoperto intorno alle 13.30 di domenica 26 maggio 2019, da un parente.

Omicidio-suicidio a Borgarello

E’ stata uccisa nella villa dove lavorata come colf. Qualcuno l’ha strangolata e poi è fuggito. E’ così che è morta una giovane donna di 26 anni a Borgarello. La macabra scoperta è stata fatta intorno alle 13.30 di domenica 26 maggio 2019 da un parente che, allarmato in quanto la donna non rispondeva al telefono si è recato di persona alla villa per vedere cosa stesse succedendo.

Strangolata

La porta di casa era aperta. Così è entrato. Il corpo della 26enne giaceva sul pavimento della camera da letto. Senza vita. Da una prima ricostruzione l’omicidio dovrebbe risalire alla notte tra sabato e domenica. Mileidy Verdial Canales, di origine cubana è stata strangola con ogni probabilità dal suo datore di lavoro, Enrico Lanati 48 anni, che poi è fuggito a bordo del suo scooter.

Leggi anche:  Truffa on line: ordina pellet ma rimane al freddo

Si uccide

Qualche ora più tardi, intorno alle 16.30, il corpo dell’uomo è stato trovato nelle campagne della zona. Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola. Ora i carabinieri stanno cercando di capire se tra i due esistesse una relazione o se il loro fosse soltanto un rapporto tra datore di lavoro e dipendente. Spesso in quella casa venivano organizzate feste, con musica ad alto volume: l’ultima proprio sabato sera, prima dell’omicidio-suicidio.

LEGGI ANCHE: Si schianta contro un camion in A7, 22enne muore carbonizzato

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE