Picchiata dall’ex marito due volte nello stesso giorno. Vittima una donna di 52 anni, finita all’ospedale nella giornata di domenica 10 febbraio 2019.

Picchiata dall’ex marito due volte in un giorno

Una donna di 52 anni, nella giornata di domenica 10 febbraio 2019, è dovuta ricorrere due volte alle cure dei medici del pronto soccorso del San Matteo a seguito dei pestaggi dell’ex marito. La prima aggressione, è avvenuta in mattinata. La donna ha riportato traumi cervicali e al volto ed è stata dimessa con un mese di prognosi. Nella seconda aggressione ha invece riportato ecchimosi e contusioni al volto. I referti sono stati inviati alla polizia giudiziaria e molto probabilmente verrà preso qualche provvedimento nei confronti dell’uomo che a suo tempo aveva già minacciato di morte la compagna.

Una serie infinita di maltrattamenti

I maltrattamenti infatti proseguivano da tempo e proprio per questo la donna aveva deciso di separarsi. L’uomo se ne era andato di casa ma, qualche mese fa, a causa di difficoltà economiche le aveva chiesto se poteva fermarsi a dormire nel garage. E lei glielo aveva concesso. Le minacce e le aggressioni a quel punto erano riprese ma senza gravi conseguenze.

L’aggressione di domenica

Sino a domenica scorsa, 10 febbraio 2019, quando nella mattinata con una scusa qualunque l’uomo era riuscito ad entrare in casa. Dopo un litigio lui l’aveva afferrata per i capelli e le aveva sbattuto la testa contro il tavolo. Numerosi colpi, tanto che la 52enne aveva quasi perso i sensi. Dopo il fatto, lui si è allontanato o mentre lei è andata da sola al pronto soccorso. Qui, dopo essere stata medicata, è stata dimessa con un mese di prognosi.

Leggi anche:  Spacca le vetrine dei negozi a colpi di ascia, arrestato 16enne

La seconda aggressione

Sentendola rientrata a casa da sola, il marito l’ha bloccata nell’androne del palazzo. Senza un apparente motivo l’ha nuovamente afferrata per i capelli. Poi le ha sferrato un ceffone in pieno volto e l’ha sbattuta contro il muro. Fortunatamente la donna è riuscita a sfuggire alla furia dell’uomo e a rifugiarsi in casa dove ha chiamato i soccorsi. Raggiunta da un’ambulanza e dai carabinieri, è stata riportata in ospedale dove è stata poi dimessa con pochi giorni di prognosi.

LEGGI ANCHE: Cade da ponteggio alto tre metri, grave operaio 30enne

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE