Individuato e denunciato dai Carabinieri uno degli autori della rapina commessa lo scorso 15 ottobre a Vigevano, in cui un tunisino è stato pestato con una spranga e derubato dei propri soldi.

Rapina a Vigevano a colpi di spranga

Alle 5:30 circa di mattina del 15 ottobre scorso una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia carabinieri di Vigevano era intervenuta presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vigevano dove un ambulante pregiudicato trentatreenne marocchino, residente a Vigevano, aveva denunciato che mezz’ora prima, presso il parcheggio del negozio “Brico” di Corso Novara, tre sconosciuti, verosimilmente stranieri, muniti di spranga, lo avevano aggredito percuotendolo, sottraendogli dai pantaloni una somma di 2000 euro, rompendogli il cellulare per impedirgli di chiamare i soccorsi, dileguandosi poi in bicicletta.

Trauma cranico e contusioni varie

A causa della rapina gli era stato diagnosticato un trauma cranico con ferita dell’arcata sopraciliare, un trauma al mento e varie contusioni al torace e al braccio sinistro. 

Per l’episodio, tre settimane dopo, i carabinieri della Stazione di Vigevano hanno individuato uno dei responsabili in un nordafricano anch’esso pregiudicato venticinquenne senza fissa dimora, che è stato deferito in stato di libertà per i reati di rapina in concorso aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Leggi anche:  Si accascia al suolo mentre fa la spesa: 57enne gravissima

LEGGI ANCHE>> Incidente mortale a Cozzo: esce di strada con l’auto e perde la vita

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE