Brillante operazione dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Cultura, che ha sede a Monza. Oltre 5mila opere trafugate e recuperate: due tornano al Santuario delle Grazie di Monza, un colpo era stato fatto anche alla nota madonna del Bosco di Imbersago.

Opere trafugate e recuperate

Tornano a casa oltre 5mila dipinti ex voto risalenti a un periodo compreso tra il XV e il XX secolo trafugati da ignoti ladri tra gli anni Sessanta e Settanta e per anni custoditi in due musei, uno piemontese, l’altro lombardo.

A rinvenire le opere erano stati, nelle scorse settimane, i militari del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Monza guidato dal maggiore Francesco Provenza. Ed è ora iniziata la fase della restituzione. Una prima tranche, che riguardava manufatti messicani, era stata resa al legittimo proprietario, ovvero il Governo messicano a inizio marzo.

La riconsegna

E ora è toccato alle Diocesi italiane. Presenti ieri, martedì, alla riconsegna in Arcivescovado, a Milano, il delegato episcopale per la Conferenza regionale Lombardia, e vescovo di Pavia, monsignor Corrado Sanguineti, il comandante dei carabinieri Ntpc, colonnello Alberto Deregibus, e il maggiore Francesco Provenza, comandante del Nucleo di Monza.

Leggi anche:  Minaccia due uomini con un coltello, bloccato con lo spray al peperoncino

LEGGI ANCHE: Trovato con 7 moto rubate, denunciato per ricettazione FOTO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE