Ricoverato al Pronto Soccorso di Stradella perde la testa.

Ricoverato al Pronto Soccorso è diventato una furia

Il 1° dicembre 2018, alle ore 04.00 circa, i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Stradella, hanno arrestato un 30enne di nazionalità italiana, residente a Broni, celibe, operaio, pregiudicato, resosi responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento.

Aggressioni

I militari sono intervenuti presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Stradella dove il soggetto, lì trasportato poco prima da personale 118 per una precedente lite, in evidente stato di alterazione psico-fisica – verosimilmente dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche -, stava creando problemi e impediva le normale attività sanitarie. Dopo aver aggredito il personale medico presente, l’uomo si scagliava pure contro i Carabinieri intervenuti sul posto che, nonostante i ripetuti tentativi di riportare la calma, venivano più volte colpiti con calci e pugni, fin quando non riuscivano definitivamente a bloccarlo e renderlo inoffensivo. Nella circostanza, l’aggressore cagionava ai militari intervenuti varie contusioni, danneggiando anche alcuni arredi e l’autovettura militare.

Arrestato

L’arrestato, al termine delle previste formalità, è stato ristretto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Stradella, in attesa del rito direttissimo dinanzi l’A.G. di Pavia, che si è svolto nella mattinata dello stesso giorno, presso il Tribunale di Pavia. Al termine del dibattimento, l’imputato è stato condannato alla pena di otto mesi di reclusione.

LEGGI ANCHE: A rischio i mercatini natalizi di Voghera