Simulano aggressione, ma in realtà volevano nascondere di essere state derubate: denunciate per simulazione di reato due ragazze 20enni.

Simulano aggressione

A Pavia, il dipendente N.O.R. – Sezione Radiomobile ha denunciato in stato di libertà due ragazze di 20 anni, dell’hinterland milanese, ritenute responsabili di simulazione di reato.

Le due 20enne, lo scorso 30 marzo 2019 a Giussago intorno alle 4 di notte, avevano richiesto l’intervento dell’arma riferendo di essere state poco prima avvicinate, lungo via Natta, mentre erano a bordo della loro auto, una Opel Corsa, da due ignoti soggetti che, armati di coltello, le avevano minacciate, e dopo la rottura del vetro deflettore anteriore destro, si erano fatti consegnare il denaro in loro possesso.

Il furto

Nella circostanza, gli immediati accertamenti hanno consentito tuttavia di appurare che le due giovani avevano in realtà simulato tutto allo scopo di nascondere il fatto che, poco prima, mentre si trovavano presso un locale pubblico di viale Montegrappa a Pavia, erano state derubate della loro borsa, contenente circa 400 euro, e lasciata incustodita all’interno del veicolo, fermo in sosta nell’adiacente parcheggio.

Leggi anche:  Si fingono agenti per raggirare una 70enne, ma lei non si fa ingannare

LEGGI ANCHE: Aggredita dal marito, scappa dalla finestra del bagno ma cade nel vuoto

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE